SODOMA E GHILARZA, ANUNNAKI E NIBIRU, NO WORKING CLASS HERO, SIA LODATO IL BEATO KEITH RICHARDS, MANDOLINO, PIZZA, UKULELE E ALTRI STRUMENTI CHE NON SAPPIAMO SUONARE COME MERITEREBBERO, OH YES, ROCK AND ROLL, ETC.

23, Jan, 2012

I SEGNI APOCALITTICI DELL’AVVENTO INESORABILE DI QUANTO TREMENDAMENTE PREDETTO DAI MAYA SI RIVELA IN COSE INCREDIBILI, FATTI CHE ACCADONO SENZA SPIEGAZIONE IN QUESTO POVERO GLOBO TERRACQUEO.
DOPO QUINDICI QUASI SEDICI ANNI DI FALLIMENTO MUSICALE E NON I RODEOCLOWN RIESCONO ADDIRITTURA A COMPRARSI UN MIXER E UNA BATTERIA NUOVA, CON PIATTI CHE SUONANO E NON SEMBRANO DELLE PALLONATE AD UNA SERRANDA DI UN GARAGE… ADDIRITTURA STAVOLTA ABBIAMO LE CUSTODIE PER I TAMBURI!!
COSA CI PROSPETTERÀ QUESTO NUOVO GIRO NATALIZIO E POST NATALIZIO DEI RODEOS?
INVASIONI ALIENE DAL PANINARO ZOZZONE A SANTA MARIA?
ANUNNAKI A PRANZO E A CENA?
CORRADO MALANGA NUDO CHE SI TRASTULLA VESTITO DA RETTILIANO SU CHATROULETTE?
CORRADO FUMAGALLI CHE TI URLA “ALLA GRAAAAAAAANDE” LA MATTINA MENTRE VOMITI INGINOCCHIATO SUL CESSO STRAVOLTO DA BRINDISI INFINITI E DA CENE IMPOSSIBILI ALLA FACCIA DELLA CRISI?
L’IMPOSSIBILE È POSSIBILE.

IN BALIA COMPLETA DEGLI EVENTI, C’È CHI CRITICA, CHI PREDICA, E CHI SI PRODIGA! QUALCUNO SI COSTRUISCE UN RIFUGIO ANTIATOMICO O RINFORZA LE PORTE DELLA CANTINA, FACENDO SCORTA DI VINO DI PROPRIETÀ O SE NON PUÒ PROPRIO FARNE A MENO DRUGAL, CON QUELLO SEI IN ZONA SALVEZZA, IL PARTEOLLA NO, SENNÒ SI ABBASSA LA MEDIA, SEI IN ZONA RETROCESSIONE E TI SVEGLI CON I BLACK BLOC CHE TI FANNO CASINO IN TESTA.
RIMANIAMO IN ECCELLENZA.
UN BUON KIT CONTRO GLI ZOMBIES E VIA.
TUTTO IL TEMPO AD ASPETTARE LA CADUTA DEL GOVERNO E IL CONSEGUENTE GIUBILO, GAUDIO E FESTEGGIAMENTO BARBARICO CHE NEMMENO ARRIVA.

INTANTO GRAZIE A DELLE CONGIUNTURE ASTRALI FAVOREVOLI OTTENIAMO LE DATE DEI CONCERTI, INSEGUENDO GESTORI DI LOCALI SVAMPITI CHE CI FANNO CHIEDERE “COME FACCIAMO ANCORA A STUPIRCI”, GIRANDO IN LUNGO E IN LARGO E RIEMPIENDO LE TASCHE DEI PETROLIERI PER LA GIOIA DEI TIFOSI DELL’INTER, DELLA SAMPDORIA E I LORO ACQUSTI DI CALCIO MERCATO, NONCHÉ DI EMIRI CON L’ASCIUGAMANO IN TESTA CHE MENTRE SPARANO IN ARIA FANNO IL BAGNO NELLE NOSTRE VENTI EURO RUBATE A MAMMÀ.

L’ALTRA SERA ERAVAMO AL PEGGIO BAR DI NIBIRU CON MORRICONE, MENTRE ASCOLTAVAMO UN ALBUM JAZZ DEGLI SLAYER ABBIAMO CONCLUSO VERSO LA MILLESIMA BIRRA CHE LA GENTE ASCOLTA MERDA.
A PRESCINDERE, ASCOLTA MERDA.
PER FARLO SAPERE AGLI ALTRI.
POI ANCHE PER LE BAND FUNZIONA COSÌ, PIÙ FAI CAGARE PIÙ SEI CONSIDERATO ARTISTA.
ALLA FINE LA MUSICA È COME L’ARTE CONTEMPORANEA, ANCHE SE FA CAGARE UNO DICE CHE È BELLA PER NON PASSARE DA IGNORANTE.
NON C’È DUBBIO CHE ALCUNE BAND CHE ASCOLTO MI PIACCIANO SIANO BRUTTE MA ALMENO MI PIACCIONO.
IL MAESTRO CHE DORMIVA PROFONDAMENTE RUSSANDO UNA COLONNA SONORA WESTERN CON OCCHI APERTI E BAVETTA ALLA BOCCA SI SVEGLIAVA CON UN CRESCENDO DI PETI COMPOSTI DA SE STESSO PER L’OCCASIONE, SVEGLIATOSI DA QUESTO DISCORSO SOPORIFERO E CONTINUANDO A PETARE EGLI NON NE VOLEVA SAPERE DEL SALDARE IL CONTO, AL CHE SON VOLATI PAROLONI, GRAZIANO HA DOVUTO CHIUDERE IL BAR CON RELATIVO DISSENSO DEI PRESENTI.
QUALCUNO AVEVA SPARATO AL PIANISTA CHE CONTINUAVA A SUONARE FERITO UNA CANZONE DEI PANTERA DA COWBOYS FROM HELL.
QUALCUNO PREFERIVA MORIRE PIUTTOSTO CHE LASCIARE IL VIDEOPOKER A QUALCUN’ALTRO, SCENE DA SALOON DELLO SPAZIO, MENTRE COL FAVORE DELLE TENEBRE APPENA SOPRAGGIUNTE CAVALCAVAMO DEI CAVALLI SPAZIALI VERSO YUMA E REALIZZAVO CHE DOVEVO COMPLETARE LE LOCANDINE INVECE CHE ADDORMENTARMI DAVANTI ALLA PLAYSTATION UBRIACO.

MANDIAMO LE PROVE DELLA BAND IN DIRETTA SUL SITO DI VOYAGER CON UN’INTERVISTA DI ROBERTO GIACOBBO CHE INDOSSA UNA MAGLIA DEGLI SMITHS, POI ANDIAMO IN GIRO COME DEI COGLIONI AD ATTACCARE LE LOCANDINE CON I NOSTRI DEI DEL CIELO IN DISCO VOLANTE ARMATI CON BOCCIONI DI VINO INTERSTELLARE, CERCANDO DI NON FARCI CAZZIARE DA MIGNOTTE CHE ATTENDONO CLIENTI AI LORO PALI E DJ AGGUERRITI, P.R. DI PARTY DI TRANSGENDER E FESTE DI IMPASTICCATI IN DISCOTECA CHE PRETENDONO SPAZIO PUBBLICITARIO GRATIS, GIRI ALLE POSTE PER PAGARE IMPOSTE DI FINE ANNO, FUGA DELLE POSTE DEI PARENTI, DISTRUTTI A LETTO DOPO GIORNI INTERMINABILI E CHILOMETRI, MI RIFIUTO DI MANGIARE IL DOLCE, NO WORKING CLASS HEROES.
I GIORNI DELLE FESTE NATALIZIE SONO INTERMINABILI E “IERI” SEMBRA SEMPRE SABATO.
“DA QUANTO È CHE NON DORMI?”
“MAH… SARANNO TRE MESI A LUNEDÌ”.
SUONANO ALLA PORTA, C’È DA FIRMARE, IL CORRIERE MI RESTITUISCE IL MIO CERVELLO CHE QUALCUNO HA INFILATO DENTRO UNA CASSETTA DELLE POSTE.

VIA! SI SUONA A SINISCOLA, SI PARTE TUTTI IN UNA MACCHINA COME AI VECCHI TEMPI, UNA RINFRESCATA ALLA NOSTRA ABILITÀ “TETRISIANA” PER FAR STARE TUTTA LA STRUMENTAZIONE ALL’INTERNO DI UNA GOLF, CI RIUSCIAMO CON DEI MOVIMENTI DA BREAKDANCE ANNI ‘80, IL COFANO CHIUDE, PERFETTO.
IL LUPPOLO PERDE IL PELOLO MA NON IL VIZIOLO.
ABBIAMO UNA VENTINA DI MAGLIETTE MA NEANCHE UN CD, PERFETTO.
SCARICATEVI I NOSTRI CD.
LIBERATE IL CICCIONE DI MEGAUPLOAD!, VIVA LA PIRATERIA, I PAPPAGALLI, IL RUM, LE BOTTI DI LEGNO, VIVA IL RISPARMIO DI CARTA E DI PLASTICA!
DETTO QUESTO, ABBRACCIAMO UNA BALENA, UN PANDA E UNA SPECIE RARISSIMA DI SALAMANDRA VELENOSA IN VIA DI ESTINZIONE E PARTIAMO.

PRENDIAMO LA SCORCIATOIA DIETRO SATURNO E ARRIVIAMO ABBASTANZA IN FRETTA.
I KASABIAN AIUTANO NON POCO IL MACINAMENTO DEGLI ANNI LUCE.
ARRIVIAMO, FACCIAMO I SUONI. ANDIAMO A MANGIARE
DA NOTARE: STESSO POSTO E STESSA PIZZERIA DELL’ANNO SCORSO, SIAMO RIPETITIVI MA ANCHE DI BUON GUSTO.
ABBIAMO GIÀ I MOTORI CALDI LI RAFFREDDIAMO CON UNA BIRRETTA.
IL RESTO DELLA SERATA SI PUÒ RIASSUMERE COSÌ:
BUM BUM, AUA AUA, TRENTA VERSI DI ANIMALI DIVERSI E QUATTRO PAROLE QUASI IN ITALIANO. IL NOSTRO SOLITO SHOW.
NELL’ALTRO BAR, QUELLO A FIANCO SUONA UNA BAND, MA NON SONO COSÌ BRUTTI, ATTIRIAMO NOSTRO MALGRADO SPETTATORI CHE CI TIRANO NOCCIOLINE, BANANE E FRUTTA DI STAGIONE.
FINIAMO DI SUONARE. SI TORNA A CASA.
DOMANI POTREMO RIFARCI QUALCHE SOLDO AL MERCATO ORTOFRUTTICOLO.
SI SALUTA LA PLATEA E SI RITORNA SCHIVANDO RICCI, FAINE (NON FAINÈ) E CONIGLI, UN’INTERA SCOLARESCA DI GATTI SULLA STRADA CHE NON SI CAPISCE CHE CAZZO CI FACCIA (DEV’ESSERCI LO SCIOPERO DEI PULMINI).
STRADA CHE I FEEDER CI RENDONO PIÙ FLUIDA, PIÙ FUZZ E CON L’ACCENTO GALLESE.
PREOCCUPAZIONE PIÙ IMPORTANTE DELLA SERATA: LA TEMPERATURA DELLA BORSA DELL’ACQUA CALDA MENTRE MI PREPARO PER CORICARMZZZZZZZZ.
ANCHE STASERA GLI ANUNNAKI HANNO AVUTO LA MEGLIO.


Nelle diapositive : a) Corrado Malanga parla in videochat coi Rodeo attribuendo la mancanza di diversi fine settimana per componente della band ai rapimenti ufo e/o forse alcool
b) Corrado Fumagalli sveglia i Rodeos urlando “alla graaaaande!!!” dopo epiche sbronze
c)Roberto Giacobbo inventa le scuse ai Rodeo Clown ma son talmente assurde che i baristi e le loro ragazze li sgamano sempre
d) Liberate il ciccione di Megaupload non sapete quanto costerà allo stato solo di mensa alla prigione!
e) La locandina di Siniscola recante l’emblematico simbolo Anunnaki del fatto che le mine delle vacanze di natale agiscono su i poveri terrestri come le sperimentazioni delle bombe atomiche nel Nuovo Mexico etc.
f) Gli Anunnaki riaccompagnano i Rodeo a Sassari rispettando i limiti di velocità interstellare e i limiti di bevuta galattica, a meno che non ci sia una sagra planetaria di interiora di nana rossa. Avete mai assaggiato il buco nero arrosto della Sagra di Saturno?

IL GIORNO DOPO SI SUONA CON GLI ADTSL DI ABBASANTA AL VINTAGE NELLA NOSTRA BELLA CITTÀ TURRITANA.
LA BAND DI VISITORS HA LA FORMAZIONE RIMANEGGIATA MA RIMANGONO SEMPRE I BALUARDI, QUEI COMPLETI SBALESTRATI DI GAZZE E SALÀ, DEDITI SMODATAMENTE AL PUNK ROCK CALIFORNIANO E AI PIACERI DEL MALTO FERMENTATO AROMATIZZATO AL LUPPOLO.
PER CHI NON SAPESSE GAZZE È UN ENERGUMENO DI 100 KG E PASSA ED È UGUALE E SPUTATO AL SECONDINO PELATO DI “PRISON BREAK”.
SALÀ PUÒ SEMBRARE UN MISTO DI DEE DEE RAMONE NEI SUOI PERIODI PIÙ BUI, MATTEW BELLAMY DEI MUSE MORTO E RIESUMATO DOPO UN MESE SENZA DARE MANCO UNA SCIACQUATA AL CORPO E PIPPO DELLA DISNEY.
NON SONO BELLI MA HANNO ACCANTO A LORO TANTE DONNE SE “URLANO AL FUOCO L’USCITA È QUA, VI FACCIAMO STRADA”
I NOSTRI ARRIVANO INSEGUITI DA ASTRONAVI DEI GRIGI CHE SI PERDONO NEI DEDALO DEI VICOLI DEL CENTRO STORICO SASSARESE IN TEMPO PER UNA PIZZA, UNA, DUE, SETTE BIRRE E LE PROVE DEI SUONI.

ANDIAMO AL BANCONE, LA GENTE INTANTO ARRIVA, RIENTRANO COME AL SOLITO TUTTI I NOSTRI CARI EMIGRATI CHE FANNO I PIZZAIOLI, MINATORI, CAMERIERI, PROSTITUTI ALL’ESTERO, CORRADO MALANGA PER UN SALUTO CON GLI ANUNNAKI, DUE, TRE, OTTO BRINDISI, BUONA FESTA DEL RINGRAZIAMENTO, TUTTI CANTANO L’INNO DELLA NUOVA ZELANDA CON LA MANO SUL CAPEZZOLO DI UNA RAGAZZA VICINA.
“BEVI TANTA BIRRA MA DOPO UNA TEQUILA, TI GIRI E LA TUA SERATA CAMBIA” (cit.) INFATTI MI GIRO E IL LOCALE È PIENO, LA GENTE NON CI STAVA PIÙ PER FARNE ENTRARE ALTRA HANNO RIEMPITO I BAGNI DI PERSONE E ANCHE SOTTO I TAVOLI.

SUONIAMO SUBITO DOPO GLI ADTSL, IL TEMPO DI DIRE OH YES! E SI PARTE.
DURANTE L’ESIBIZIONE SUCCEDE DI TUTTO, PALLINE DI CARTA SPUTATE DALLA CERBOTTANA DI SIMPATICI BUONTEMPONI APPENA ARRIVATI DALLA SCUOLA MEDIA NUMERO QUATTRO, BALLI DI GRUPPO COME DEI CAFONI TEXANI, SCORREGGE ALCOLICHE SUL PALCO (NON FACCIAMO NOMI), FRAINTENDIMENTI VARI, DURANTE IL MATCH FINALE DI WRESTLING TRA NANI E IPPOPOTAMI SUONIAMO ANCHE DELLE CANZONI, L’ARRIVO DELLA POLIZIA MUNICIPALE CHE SIMPATICAMENTE RICORDA AL GESTORE CHE L’ORA È SCOCCATA ED È TEMPO CHE CENERENTOLA TORNI A CASA PRIMA CHE LA ZUCCA SI TRASFORMI IN SCHIAFFO A FACCIA E DENUNCIA PENALE, ANALE E SURREALE.
QUINDI PASSATA LA VOLANTE UN INGOMBRANTE ADDETTO ALLA SICUREZZA E (SENTENDOLO GRUGNIRE) ALL’USO SCORRETTO DELL’ITALIANO ALL’INTERNO DEL LOCALE CI INVITA A FARE UN ULTIMO PEZZO PER STASERA MA NOI SIAMO GOLOSI CE NE SPARIAMO DUE DI SEGUITO.
STOP AL TELEVOTO, CONCERTO FINITO.
UNA SQUADRA DI ADDETTI ALLA LINGERIE CI APRE LA STRADA FRA RAGNATELE DI REGGISENI E TANGA, PER FARCI ARRIVARE AL BANCONE DEL BAR.
MAGARI. È PIENO DI METALLARI, ZOTICI PROVENIENTI DALLE PEGGIO BIDDE DOVE VIGONO ANCORA RIGOROSE LEGGI BIZANTINE E RESIDUATI BELLICI FUORICORSO DELL’UNIVERSITÀ DEI PRIMI ANNI DUEMILA.
TUTTI SOVRAPPESO.
CI FACCIAMO ALTRE TREMILA BIRRE CON GENTAGLIA ASSORTITA E SI ACCOMPAGNANO GLI ADTSL AL TREMENDISSIMO PANINARO DI PIAZZALE SEGNI.
ORIDINIAMO DUE CESTINI DI PATATINE FRITTE DI FUKUSHIMA E KETCHUP FATTO CON POMODORI E DITA DI IMMIGRATO CLANDESTINO PAGATO CON UN PIATTO DI RISO CONDITO CON SALSA DI UNGHIE DEI PIEDI PARTENOPEE.
PER LO STOMACO A PROVA DI VIAGGIO NEL TEMPO SINO AL GIURASSICO SUPERIORE, CI SI PUÒ PAPPARE IL PANINASTRO TERRIBILE COL MITICO HAMBURGER DI STEGOSAURO, CHE NON È DI CERTO NOVELLE CUSINE MA A QUELL’ORA E SOPRATTUTTO CON QUELLA FAME INDOTTA IL SAPORE O LA QUALITÀ NON SONO LE COSE PIÙ IMPORTANTI.
BIRRETTA PER TUTTI MENTRE NELL’AMENO POSTACCIO TEATRO DI PROVERBIALI RISSE TENDENTI ALLO SCONTRO DELL’EPICA GRECA FANNO IL KARAOKE MONDEZZINI E MONDEZZINE DELLA PEGGIOR SPECIE.
DOPO UN SALTO AL CESSO I NOSTRI AMICI ABBASANTINI GUADAGNANO LA VIA DI CASA.
SI DICE CHE GLI ADTSL POI SIANO STATI IN GIRO IN PIENO CHIAPAS, NON RIUSCIVANO A RISPONDERE AI MESSAGGI COL PONCHO ADDOSSO.
PASSATA LA FRONTIERA COL TEXAS HANNO INZIATO A CAPIRE.
PENDE UNA TAGLIA SU DI LORO IN QUELLO E IN ALTRI TRE STATI.

NEL BEL MEZZO NASCE IL BAMBIN GESÙ.
MA POI SUBITO DOPO SANTO STEFANO, E NOI SUONIAMO A PADRU COI KARTAKARBONE.
PER CHI NON LO SAPESSE PADRU HA DATO I NATALI (PER RIMANERE IN TEMA VISTO LE DATE) AI QUARTZ, MITICA PUNK BAND PREISTORICA AMMIRATISSIMA DAI RODEO CLOWN FIN DAI LORO ESORDI ANCHE PER L’AVERE, A DIFFERENZA DELLE ALTRE PUNKROCK BAND DELL’EPOCA, UN BATTERISTA “BRAVO”.
INDOVINATE UN PO’?
PIZZA ANCHE OGGI, BUONISSIMA. CI STIAMO TRASFORMANDO NELLE TARTARUGHE NINJA.
ARRIVANO 3,5 BIRRE A TESTA CHE BEVIAMO SENZA STAPPARLE COI NOSTRI POTERI DA IBRIDI UMANO-ALIENO.
ALLA FINE ANCHE I PALI DELLA LUCE SI ASSOMIGLIANO A BRIGITTE BARDOT, DOBBIAMO FERMARE L’INVASIONE DI SOSTANZE PSICOTROPE LIQUIDE, TRA POCO AVREMO A DISPOSIZIONE SOLO L’AIUTO DEL PUBBLICO DA CASA.
BIRRE, BIRRE E ALTRE TRE MILIONI DI BIRRE, QUANTA BIRRA C’È DENTRO UN MILIONE DI MILIONE DI BIRRE?
“CON LE CIPOLLE” CONFERMIAMO LA RISPOSTA E INIZIAMO A SUONARE.
IN DIRETTA DAL SANTIAGO BERNABEU DI PADRU I RODEO CLOWN IN CONCERTO.
IL REAL MADRID GIOCA CONTRO UNA SUPERSQUADRA COMPOSTA DI ALIENI , PERSONAGGI MISTI DI PADRU, BARISTI, RODEO CLOWN, RAGAZZE COI TACCHI ALTI DODICI CENTIMETRI CHE BALLANO IN MEZZO AL MAR CASPIO DI BIRRA, TETTE COMPRESSE DENTRO TOP CHE NON SI CAPISCE SE SPINGANO PER ENTRARCI O PER USCIRNE, PANZONI SENZA PUDORE E PUNK CON SIGARETTE ACCESE DENTRO PIERCING BALLANO SU I TAVOLI SCIVOLANDO E COMPIENDO TUFFI MORTALI CON DIFFICOLTÀ DI COEFICENTE PIÙ SEI PER SCOMPARIRE NEL PAVIMENTO COMPLETAMENTE INVASO DA ALCOOL.
LA PARTITA DURA ALL’INFINITO, L’ARBITRO SERVE DA BERE, VESTITI COME SADOMASO, MADIDI DI SUDORE E DI UNA DELLE BEVANDE ALCOLICHE PIÙ ANTICHE DELLA TERRA CI FUGGIAMO DALLA PORTA DEL RETRO PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI, MENTRE GUADAGNIAMO LA VIA DI CASA, AIUTATI DAI SEMPRE PRESENTI ANUNNAKI COL LORO DISCO VOLANTE.
VENIAMO A CONOSCENZA DEL FATTO CHE NELLA NOTTE LA ZONA TRA IL BLUES CAFÉ DI PADRU E ZONA BANDINU A OLBIA SON STATI SPARATE TALMENTE TANTE SCORREGGE E RUTTI DA FAR SEGNARE TERREMOTO ALL’UFFICIO SISMICO NAZIONALE.
GIORGIO A. TSOUKALOS DIREBBE CHE COMUNQUE SONO STATI GLI UFO.


Nelle diapositive : a) Gazze degli ADTSL, il punk rock non rende brutti ma di certo non migliora, visto quello che madre natura ha già fatto in precendenza.
b) Wade Williams di Prison Break e Gazze, separati alla nascita
c) Salà mentre riproduce il verso del Licaone per un documentario della BBC
d) Salà disegnato dalla Disney
e) La locandina del secondo concerto, nota come “scopone scientifico” tra gli studiosi di storia dell’arte
f) il tipico paninaccio della muerte dello zozzone, oltre Sassari chiamato “Panino Caddozzo”
g) la locandina di Padru rende bene l’idea della serata pur avendola fatta prima del concerto, sono stati gli antichi astronauti
h) Giorgio A. Tsoukalos, come non si può non prenderlo sul serio mentre parla di minchiate che gli sono venute in mente da ubriaco su una panda

OH MIO DIO INIZIA LA DUE GIORNI SUSSINCA.
CI TOCCA ANCHE QUEST’ANNO L’OSPITATA DAI NOSTRI AMICI DI RADIO CRASH, LA RADIO SUSSINCA CHE PIÙ SUSSINCA NON SI PUÒ, ANCHE PERCHÉ C’È SOLO QUELLA.
COME AL SOLITO È UNA BOTTA TRA CAPO E COLLO, SI PARTE CON UN TRENO INTERCITY DI BIRRE E UN’INTERVISTA DEI DJ TORE E DJ VANNI, MINISHOW UKULELO-MANDOLINISTICO PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI E BACCO LA FACCIA DA PADRONE RISPETTO ALLA MUSICA.

DUE ORE DI MANCANZA DI RISPETTO E MUSICA SELEZIONATA SONO LE COSE PIÙ IMPORTANTI DELLA SERATA. SI DISCUTE DEI RECENTI FATTI DI CRONACA NERA, DI QUANTO STIA BENE IL VERDE SUL GIALLO E DI QUANTA HANNO AVUTO IMPORTANZA I CREEDENCE CLEAR WATER REVIVAL E I DUETTI DI OLIVIA NEWTON-JOHN E JOHN TRAVOLTA SUL DESTINO DEI RODEOCLOWN.
SI FINISCE AL SOLITO BARETTO, DOPO UNA PASSATA ORAMAI INUTILE DI BIRRE CHE BAGNANO DELLE SPUGNE ORAMAI TALMENTE MADIDE DA NON AVERE PIÙ FORMA CON LA TEQUILA DELLA MUERTE CHE MI RIDUCE GLI OCCHI COME QUELLI DI GATTUSO.
PER ME MISS ITALIA FINISCE QUI.
AL RITORNO È BELLO FAR GUIDARE QUALCUNO DI PIÙ RESPONSABILE, SI RITORNA A CASA COL SALUTO DELLA COLONIA FELINA SOTTO CASA.
CHE NON CAPISCONO CHE ORE SONO E PENSANO SIA GIÀ ORA DELLA REFEZIONE.
LE SCALE NON ESISTONO, SCHIACCIANDO UN BOTTONE IL VESTITO DA SUPEREROE DA FASE REM APPARE ADDOSSO.
A DOMANI.
RESET.

IL GIORNO DOPO ANCORA NEL PAESE DEL PARLARE IN LEVARE. LIVE COI SORSENSI THE CLICHÉS. AL SAMBODORMO NATIONAL DO BRAZIL DI SÒSSU.
NON SI PUÒ DIRE CHE ERA SOLD OUT.
INFATTI NON LO ERA.
DOBBIAMO ESSERE OVVII OLTRE CHE COERENTI, INFATTI, PIZZA ANCHE OGGI
BIRRE BIRRE E ANCORA BIRRE.
E SE NON L’AVESSI ANCORA DETTO, BIRRE.
PAPPAGALLI, SCIMMIE, ABORIGENI E PROVE DEL SUONO, INTERMINABILI, PER LA DIMENSIONE SPROPOSITATA DEL LUOGO AVEVAMO DEI RITORNI DI SUONI CHE PARTENDO DALLE CASSE PER UNA SERIE DI GIOCHI DI RIMBALZI COMPIUTO IL PERIPLO DELLO STANZONE RITORNAVANO COME INQUIETANTISSIMI BARRITI DI MAMMUTH DELLA SIBERIA ORIENTALE STEREO SUPER DOLBY SURROUND.
AD UN CERTO MOMENTO MENTRE CERCAVAMO DI COLLEGARE TUTTE LE PROLUNGHE CHE AVEVANO IMBOSCATE NEGLI ZAINI I THE CLICHÉS COME IN UNA TASCA DI DOERAMON, UN’APPARIZIONE DI UN GATTO-CRISTO IN MANDORLA DORATA RETTO DA PUTTINI-GATTINI DAGLI OCCHI ROSSI CI INDICA LA STRADA DEL RITORNO CHE COME SI SA NON È DELLE MIGLIORI E CON FARE PERENTORIO CI INDICA NEL NUMERO DI ALTRE CINQUE LE BIRRE MASSIME DELLA SERATA.
MEGLIO MOLLARE TUTTO PER NON FARE LA FINE DI QUELLO CHE VIENE VISTO MENTRE PISCIA CONTRO UN CARTELLO STRADALE SU SATURNO DA ASTRONOMI DILETTANTI.
E VIA, DOPO I T THE CLICHÉS CI TOCCA, DOPO AVER SUONATO QUATTRO PEZZI SIAMO GIÀ IN VANTAGGIO SULL’ARGENTINA, GRANDE COLPO DI TACCO DI ROBINHO, NOTO TOSSICO DI BASSA STATURA PASSA LA PALLA A TONY CHE AVENDO LA CITTADINANZA PER AVER AVUTO DUE SUSSINCHI IN CLASSE ALLE SUPERIORI INSACCA CON UNA BOTTA DI SINISTRO SUL PALO DEL PORTIERE CHE, COMPLICE CAMBIASSO POSTO DAVANTI ALLO SPECCHIO, NON VEDE ENTRARE LA SFERA.
TUTTO LO STADIO È UN’ENORME ORGIA DI TIFO, ALCOOL, FAZZOLETTINI USATI E PUZZO DI AMMONIACA, LA VERA TORCIDA BRASILEIRA.
GIGIO PURO SUSSINCO PER UN TERZO GODE DI DOPPIO PASSAPORTO E SI SPARA UNA PUNIZIONE DI SECONDA ALL’ANGOLINO FACENDO UN QUINTUPLO ASSOLO DI TOQUINHO COL CAVAQUINO DIETRO LA SCHIENA.
IO NATURALIZZATO SUSSINCO PER AVERE LO ZIO CHE È STATO CAPOSTAZIONE NEL PAESE DELLA BILLELLERA FACCIO QUATTRO PALLEGGI CON UN LIME PRIMA DI FARLO PRECIPITARE CON PRECISIONE DENTRO A UNA CAIPIROSKA SUL BANCONE DEL BAR.
LE BIRRE PRENDONO SAPORE DI SALE CHE HAI SULLA PELLE, DI COCCO BELLO E CAIPIRINHA.
LA SCUOLA DI SAMBA DELLA BILLELLERA SI SCATENA, O CARNIVAL DI SOSSU MICROBIKINI E OLIO DI JOJOBA PER PRENDERE IL SOLE E LASCIARCI SOLO IL SEGNO DEL FILO INTERDENTALE SU I NOSTRI CULI PELOSI E BITORZOLUTI.
PARTE IL TRENINO DALLA CHIESA DI SAN PANTALEO, E CON LA SCUSA CE NE ANDIAMO A CASA.
MI SA CHE STASERA CI SAREMMO BEVUTI ANCHE L’ACETO BALSAMICO NONCHÉ L’ACQUA DEI GERANEI E NELLE ACQUE SANTIERE DI SANTA MONICA.
MENTRE TORNIAMO VEDIAMO SUL MURO UNA SFILZA DI LOCANDINE ATTACCATE, CITIAMO LE PAROLE APPENA RIFERITECI DA UN AGENTE DEL KGB TRAVESTITO DA TRAVESTITO INCONTRATO NEL BAGNO DEL LOCALE, CIOÈ CHE QUALCHE PASTICCIONE PRESTATO AL PSEUDO MUSIC BUSINESS LOCALE PENSI CHE I RODEOS GUADAGNINO DALLE SERATE.
POI SIAMO NOI CHE VEDIAMO GLI ALIENI.

PASSANO LE FESTE, CAPODANNO A SUON DI VINO DI CHERNOBYL E SPUMANTE CON LE BOLLICINE CINESI, TI SVEGLI COI STRATOVARIUS CON DOPPIO PEDALE IN TESTA, TI TOCCANO I DOMICILIARI FORZATI.
MALEDETTI VICINI COI PETARDI… DOMANI VI METTERÒ A MANETTA L’ALBUM PIÙ BRUTTO DEI KORN PER FARVI PASSARE UN HANGOVER PEGGIORE DEL MIO!!!
(ndr. L’ALBUM DEI KORN PIÙ BRUTTO DEI KORN È SEMPRE L’ULTIMO CHE ESCE, È UNA SFIDA CONTINUA TRA LORO STESSI DA “FOLLOW THE LEADER”)
LO SAPPIAMO, LE FESTE VANNO ONORATE E CHI LE ONORA MEGLIO DI CHI NON HA UN CAZZO DA FESTEGGIARE?
MA BANDO AI BRINDISI… BISOGNA ATTACCARE ALTRE LOCANDINE, MON DIEU, ARMCHAIR MARTIAN E I THE QUEERS CI TEMPRERANNO L’ANIMO E CI DARANNO LA SPINTA GIUSTA PER INZACCHERARCI SCARPE E PANTALONI DI COLLA VINILICA.

PER RIFARCI DELLE FATICHE NIENTE DI MEGLIO CHE USARE LE FESTE PER UN RITROVARSI CON AMICI CHE VIVONO AI QUATTRO LATI DEL GLOBO NEI PEGGIO BAR PER APERITIVI ATOMICI E TERMINABILI SOLO DOPO MINACCE DEL BARISTA E DELLE FORZE NATO CHE INTERVENGONO PER LIBERARE IL LOCALE DALLA NOSTRA PRESENZA.
CI RITROVIAMO DUNQUE DOPO LO SFRATTO PERCORSO IL PERIPLO DI DUE ISOLATI NEL LOCO CHE CI VIDE PROTAGONISTI QUALCHE GIORNO PRIMA CON LA PERFORMANCE MUSICALE FREGIATA DELLA LOCANDINA CON LE CARTE DA GIUCO.
IL FATO VOLEVA CHE FOSSE ANCHE LA SERATA DELL’ESIBIZIONE NEL LOCALE DI UNA NOSTRA CONTERRANEA CANTANTE EMIGRATA NEL NORD EUROPA RITORNATA IN PATRIA DOPO IL SUCCESSO OTTENUTO PER DELIZIARE I DELICATI PALATI MUSICALI TURRITANI CON UN CONCERTO ACUSTICO.
IL BAR ERA PIENO COME L’ASCENSORE DELL’OSPEDALE IL PRIMO DI GENNAIO DI GENTE MENOMATA DAI PETARDI, SOLTANTO CHE I PRESENTI NON STRINGEVANO ARTI E PROPAGINI ANATOMICHE GRONDANTI SANGUE MA BENSÌ BIRRE, VINI E SUPERALCOLICI VARI.
L’AMBIENTE ERA UN MISTO DI GENERAZIONI CHE ANDAVANO DA TUO NONNO IN CARRIOLA ALLA FIGLIA DEI TUOI VICINI VESTITA COME UNA BAGASSA DA SBARCO IN NORMANDIA.
SI CRESCE IN FRETTA CON LA STESSA VELOCITÀ IN CUI CI SI ROVINA.
IL TAGLIO DI CAPELLI DI JASON PRIESTLEY STA TORNANDO DI MODA, MI SA CHE POSSO RISPOLVERARE I MAGLIONI VERDE ACIDO CON LE MANICHE A PIPISTRELLO ALLA ROBERT SMITH.
FENOMENI DA BARACCONE, NANI E ALCOLIZZATI, NANI ALCOLIZZATI E GENTAGLIA VARIA, ALCUNI CONOSCIUTI E ALCUNI SCONOSCIUTI, RAGAZZE MAGRE, RAGAZZE GRASSE, QUASI RAGAZZE, BIDONI DI MONDEZZA, TAMBURLANE DI MERDA, COSE, FRUTTA, CANTANTI, COLORI, CITTÀ.

IN UN MOMENTO DI LUCIDITÀ INEDITA PER LA SERATA
UN GATTO BIANCO E NERO MI APPARE IN UNA MANDORLA DORATA SORRETTA DA PUTTINI ANCHESSI GATTI PUFFOSI CON LE ORECCHIE GIRATE ALLA RUSSA SULLE NOTE DEI WEAKERTHANS MI INDICANO LA VIA DI CASA.
BISOGNA DARE DA MANGIARE AI GATTI.
PLAYIN’ MUSIC JUST FOR FEED THE CATS.
CIAO A TUTTI, ME NE TORNO A CASA, SPERO CHE MUORIATE TUTTI E CHE IL MONDO FINISCA ORA.
QUESTA VITA È UNA PERDITA DI TEMPO.
COPERTE. DVD. COMPLETAMENTE IN COMA A LETTO MA ANCHE AL NATIONAL BOWL DEL MYLTON KEYNES, MI SEMBRA DI ESSERE LI.
LA BOTTIGLIA DA DUE LITRI D’ACQUA UNICA SALVEZZA.
BEATO KEITH RICHARDS MARTIRE DEI MOHJTO.
SEMPRE SIA LODATO.
BUONANOTTE.


Nelle diapositive : a) L’aria che si respira appena entrati a Sossu, Brazil
b) piangi, piangi Diego, neanche tu puoi un cazzo contro i Rodeo Clown al Maracanã di Sossu
c) I Korn si sono rimbecilliti di pari passo alla pinguedine di Jonathan Davis d) Locandina della serata di Sossu
e) Gennaro Gattuso dopo una tequila a Sorso
f) Santo Keith Richards patrono delle domeniche coi ragni in bocca

POCO DOPO SI SUONA NELL’ENCLAVE CATALANA A POCHI KM DALLA NOSTRA CITTÀ NATIA, IL NUOVO GESTORE DEL BAR È PRATICAMENTE UNA VERSIONE LOCALE VIN DIESEL, PENSIAMO CHE ANCHE IL POSSIBILE SCHIAFFO CHE POTREBBE PARTIRE DAL NOSTRO NEL CASO DI CONTENZIOSO, SIA PARAGONABILE ALLA POTENZA DI MILLE MEGATONI E L’EFFETTO DEVASTANTE SULLE NOSTRE FACCE DA SCEMI NON POTREBBE ESSERE CHE MIGLIORATIVO SU I CONNOTATI.
AD UN CERTO PUNTO NON SAPEVAMO SE DEDICARGLI “RELAX” O “SMALL TOWN BOY” SI SAREBBE IMPIETOSITO E NON CI AVREBBE PESTATO A SANGUE PENSANDO AL VIDEO SUL TRENO.
L’ALTRO BARISTA SFOGGIAVA UNA BARBA DEGNA DEL DEL PIERO PIÙ IN ACIDO DEGLI ANNI ‘90 CON LE SUE BARBETTINE STRAVAGANTI CAPACI DI SFIDARE LE MITICHE OSCENE BASETTE DI PIERO PELÙ.

PIZZA, ANCHE STAVOLTA, AL TERZO GIORNO DI PIZZA CI POTETE CHIAMARE TUTTI E TRE MESSIA.
UNA SANTA MARGHERITA MARTIRE CON CIPOLLE PIANGENTI E CAPPERI VERGINI, CROCIFISSI DI CARCIOFI CON CHIODI DI GAROFANO DELLA SANTA CROCE, BASILICO PENITENTE, ROSARIO D’AGLIO E OLIO SANTO PICCANTE.
SEMPRE SIA LODATO.
IL PIZZAIOLO. E SPERIAMO CHE OGNI TANTO SI LAVI LE MANI.
DUE BIRRETTE PRE-SHOW PER COLLEGARE LA MODALITÀ AUTOMATICA, CTRL+C - CTRL+V PER LA SCALETTA DEL GIORNO DOPO, CON IN MEZZO L’INNO AUSTRALIANO E MEZZO CONCERTO PER PIANOFORTE E ORCHESTRA N.5 DI BEEHTOVEN “IMPERATORE”.
LA FOLLA (UNA VENTINA DI PERSONE INCROCIANDO GLI OCCHI E PRENDENDO UNA SEDIATA IN TESTA) È IN DELIRIO, MA NON CI BASTA, ANDIAMO SULLA PASSEGGIATA-LUNGO MARE A CHIEDERE SPICCIOLI E DISEGNARE MADONNE E SANTI STORTI SUL MARCIAPIEDE, NON SAPPIAMO SE PRENDERE LEZIONI DI MANDOLINO, BIRIMBAO, CAPOEIRA E DI STILE DAL PRIMO CHE PASSA, TORNANDO A CASA COL I RESTI DELLE PIANTE E SABBIA DULLA STRADA PORTATA DALLA SPIAGGIA, SI SOGNANO GIORNATE ASSOLATE, STARE DA DIO E SKATEBOARD SELVAGGIO SULLA RAMPA DELL’ASSOCIAZIONE DI SK8 SASSARI, SACCA FRIGO E DOWN BY LAW IN SOTTOFONDO.
SIAMO TROPPO ANNI ‘90
.
CI TOCCA PILOTA AUTOMATICO, DOCCIA CON VIAGGIO INTERSTELLARE, CAMICIA DI FORZA A LETTO COVANDO AUTOLESIONISMO A SUON DI PLAYSTATION E MUSICA PROVENIENTE DALLA ZONA DI MANCHESTER.

SUONA LA SVEGLIA ALL’ALBA DI MEZZOGIORNO, SI SUONA AD ABBASANTA, CHIEDENDO IL CERCHIO COME SI ERA APERTO, CON GLI ADTSL, SI PARTE COME AL SOLITO DAVANTI AD UNA PIZZA MAGISTRALMENTE PREPARATA A SANT’AGOSTINO.
SI VA AL LOCALE, IL PROBLEMA È CHE SI SUONERÀ AD ORARI DA PANETTIERI.
CIOÈ QUANDO TUTTI GLI ALTRI LOCALI HANNO CHIUSO E GLI ZOMBIES IN MASSA SI SPOSTANO VERSO IL CIRCOLO DOVE AVRÀ LUOGO LA NOSTRA ESIBIZIONE.
GLI AMPLIFICATORI DEGLI ADTSL FANNO UN CASINO MICIDIALE, CE NE ANDREMO SORDI, QUESTO È POCO MA SICURO.
UN BARBONE CHE TENGONO DENTRO IL LOCALE COME MASCOTTE, VISTO CHE QUEST’ANNO IL FREDDO IN LOCO SE N’È PORTATO VIA UNO, SFOGGIA LA CATENELLA CHE DOVREBBE ESSERE ATTACCATA AL PORTAFOGLIO CHE GLI SERVE IN REALTÀ PER TENERE UNITE ANCA E BACINO, CI RICORDA IL NOSTRO PROSSIMO ROSEO FUTURO.
MENTRE NON SI SFUGGE ALLE INCURSIONI AEREE DEGLI ADTSL CHE CI BOMBARDANO BIRRA IL LOCALE SI RIEMPIE DI GENTE COME LE POSTE DI VECCHIACCI ANSIOSI DI RITIRARE LA PENSIONE IL VENTISETTE DEL MESE.
SONO GLI ZOMBIES CHE DICEVO PRIMA, MA QUESTI NON SI CIBANO DI CERVELLI, VEDENDO LE NOSTRE FACCE SI PUÒ CAPIRE CHE NON POSSIAMO ESSERE DELLE PREDE SUCCULENTE, CODESTI NON MORTI SI NUTRONO SOLAMENTE DI ALCOOL E DISAGIO SOCIALE DA TRAFERIRE VIA POST SGRAMMATICATI E FOTO QUASI PORNOGRAFICHE SU FACEBOOK.
RITORNANO QUELLE CHE SONO LA MODA DI QUEST’ANNO GIOVENCELLE IN TACCHI VERIGINOSI MOLTO BONDAGE CHE BALLANO SU QUESTI GIÀ PERICOLANTI TRAMPOLI SU INSTABILI PAVIMENTI RIDOTTI A PISTA DA PATTINAGGIO ARTISTICO DA TZUNAMI DI LIQUIDO AMBRATO, BALLI ETERO, BISEX E, QUANDO ENTRA UN VELOCIRAPTOR NEL LOCALE, TRISEX ACCOMPAGNANO UNA DELLE NOSTRE PIÙ ASSURDE ESIBIZIONI AL LIMITE DEL SURREALE.
GROVIGLIO DI CORPI STILE “LAOCONTE”, COCKTAIL, ANCHE SENZA CODA, TETTE STRIZZATE CHE RISCHIANO DI ESPLODERE, POGO SELVAGGIO, BALLI RUSSI, GENTE SU I TAVOLI (SCENA IMMANCABILE) SI RISENTE QUELL’ODORE DI AMMONIACA E SALTANO FUORI DALLA MAREA DI PERSONE FAZZOLETTINI USATI COME DELFINETTI DAL MARE.
SODOMA E GHILARZA.

CON LITRATE DI BIRRA CHE CI ARRIVANO ADDOSSO DOBBIAMO STARE ATTENTI, È LA TEMPESTA PERFETTA, IMPERMIABILE, CUFFIA “TONNO INSUPERABILE” E PIPA, SONO LE NOSTRE TEMPESTE PREFERITE.
PER QUALCUNO CHE CEDE ALLA TENTAZIONE PIÙ DEGLI ALTRI CI SARÀ QUALCUN’ALTRO CHE GUIDERÀ.
PER IL RESTO CI SONO LE PIAZZOLE SI SOSTA PER VOMITARE.
RIMANIAMO PRATICAMENTE DEVASTATI ALL’APPARATO UDITIVO.
PROBLEMI DI UDITO? RODEOFONE.
ANCHE I SORDI BALLANO.
SI RITORNA A CASA, È ANCHE IL MIO DI COMPLEANNO OLTRE CHE QUELLO DEI RODEO, SI PREVEDONO ALTRI ANNI DI VINO CON ANTIRUGGINE E DISCIPLINA INDISCIPLINATA.
GLI AUGURI PIÙ SENTITI MI ARRIVANO DALLA COMPAGNIA TELEFONICA CHE SPERA CHE IO CAMPI ALTRI 150 ANNI PER CONTINUARE A CIUCCIARMI TRE EURO DELLA SOS RICARICA A BUFFO.
PAPPONI.
MI FISCHIANO TALMENTE TANTO LE ORECCHIE CHE I CANI DEL VICINO ABBAIANO.
RIMARREMO SORDI. IO, LORO E IL MIO VICINO.
BEH QUESTA PER L’ENNESIMA VOLTA È L’UNICA COSA CHE ABBIAMO IN COMUNE CON IL CARO BEEHTOVEN.

GRAZIE A TUTTI QUELLI CHE SON VENUTI ALLE NOSTRE SERATE, AI GRUPPI CHE HANNO SUONATO CON NOI (ADTSL, THE CLICHÉS, KARTAKARBONE, FREAKY STYLEY), A CHI HA BALLATO, A CHI S’È ‘MBRIACATO, A CHI HA COMPRATO LA MAGLIA, A CHI L’HA RUBATA, A CHI NON PIACIAMO, A CHI PIACEREMO IN SEGUITO, A CHI STAREMO SUL CAZZO SEMPRE, AI BARISTI E ALLE NOSTRE RAGAZZE CHE CI HANNO SOPPORTATO, A CHI CI HA SENTITO ALLA RADIO (GRAZIE A DJ TORE E DJ VANNI DI RADIO CRASH), A SOSSU E SANTA MONICA, ALLA COLONIA FELINA SOTTO CASA, AGLI AMICI CHE NON HANNO MANCATO DI DARCI UNA MANO IN QUESTO QUINDICESIMO ANNO DI FALLIMENTARE CARRIERA UKULELO-MANDOLINICA-CHI PIÙ NE HA NE METTA-PUNK ROCK. ALOHA, ROCK AND ROLL …OH YES!! ETC.

Nelle diapositive : a) Locandina della serata ad Alghero, in verità lo sport lo pratichiamo guardandolo fare agli altri, il nostro fisicaccio è un dono del cielo
b) A quanto pare Vin Diesel oltre ad assaccarrare di schiaffi la gente nei film è laureato in Lettere e Storia delle patatine
c) Troppe pizze di seguito ti possono far avere visioni a sfondo mistico
d) Locandina della seconda serata con gli ADTSL
e) il pubblico dell’Alenbix alle 3 e 30 del mattino
f) Beethoven e i Rodeo Clown affini solo per la comune sordità

LE BAND COL NOME PIU‭’ ‬PUNK,‭ ‬AGGREGAZIONI SOCIALI A SCOPO DI SCONVOLTURA,‭ ‬MINIGONNE,‭ ‬CHITARRISTI SUDAMERICANI EBBRI,‭ ‬RESPONSABILITA‭’ ‬IN FALLIMENTI DI VARIO GENERE‭ (‬PERSONALI E NON‭) ‬VINO,‭ ‬VINACCIO,‭ ‬I BAFFI ALLA VITTORIO EMANUELE E ALTRI CATACLISMI PLANETARI

14, Sep, 2011

ATTACCANDO LE LOCANDINE CI ACCORGIAMO DI QUANTO SFORZO FANNO ALCUNE BAND PER INCASTRARE FORZATAMENTE‭ «‬PUNK‭»‬ ALL’INTERNO DEL LORO NOME,‭ ‬QUASI QUANTO QUELLI CHE‭ ‬DEVONO PER FORZA INFILARCI‭ «‬SKA‭»‬.‭ ‬CI SONO POI,‭ ‬PER LA PARTE DEATH METAL QUELLI CON ALL’INTERNO‭ «‬BRUTAL‭»‬ (BRUTAL DEATH,‭ ‬BRUTAL SACRIFICE,‭ ‬BRUTAL BRUTAL,‭ ‬BRUTAL AL QUADRATO PRATICAMENTE‭)‬.

LO SFORZO FATTO PER INCASTONARE‭ ‬IL GENERE‭ ‬MUSICALE‭ ‬ALL’INTERNO DEL NOME DELLA BAND E‭’ ‬COME‭ ‬QUELLO CHE FAI QUANDO,‭ ‬NON TROVANDO IL PEZZO CHE MANCA IN UN PUZZLE,‭ ‬NE PRENDI UNO A CASO‭ ‬E‭ ‬FINGI CHE SIA IL PEZZO GIUSTO.
CERCHI DI INFILARCELO COMMETTENDO UNO STUPRO SUL GIOCO DA TAVOLO CHE ASSOLUTAMENTE CON TUTTA LA SUA FORZA CERCA DI RESPINGERE LA PRATICA CONTRO NATURA.

RICORDARSI TUTTI I NOMI ASSURDI DI CERTE BAND‭ ‬È UN ESERCIZIO DA EDIPEO ENCICLOPEDICO.
ESSENDO FANS DEL MITICO E BENEMERITO CAVALIER SISINI DI SORSO NON POSSIAMO ESIMERCI DAL FARLO,‭ ‬ANZI‭…‬ È BELLO, CI PIACE, E TALE ROMPICAPO ABBINATO A UNA DIETA IPOCALORICA E MOTO QUOTIDIANO MANTIENE LA MENTE GIOVANE E IL FISICO IN FORMA.

PER NOSTRA PERSONALE CLASSIFICA VINCONO PER LA CATEGORIA‭ «‬PUNK‭»‬:‭ ‬L’INSUPERABILE‭ «‬PUNKISTI E POGOL‭»‬ SEGUITI DA UN MIRABOLANTE‭ «‬PUNKISTAN‭»‬,‭ ‬IL FACILE‭ «‬PUNKARRÈ‭»‬,‭ ‬IL COLTO‭ «‬PUNKRAZIO‭»‬ E IL CLASSICO‭ «‬PUNKINA‭»‬.
PER LA CLASSIFICA‭ «‬SKA‭»‬ VINCE L’IMBATTIBILE‭ «‬CASKANOLEPIRAMIDI‭»‬,‭ ‬SEGUONO A RUOTA‭ «‬SKARNEMURTA‭»‬,‭ «‬GENTILESKA‭»‬,‭ «‬MATRIOSKA‭»‬,‭ «‬SKATENATI‭»‬ E L’IMMANCABILE E FESTAIOLO‭ «‬CAIPIROSKA‭»‬.

QUESTA COLTA E INTERESSANTISSIMA DISCUSSIONE DA APPENDINI PROFESSIONISTI DI LOCANDINE PER IL NOSTRO GRUPPO MUSICALE DILETTANTESCO SI CONCLUDE DOPO L’ORMAI CLASSICO GIRO A PIEDI DI MEZZA CITTÀ,‭ ‬CON A PRESSO UN BOCCIONE DI DRUGAL A‭ ‘‬MO DI BOTTICELLA DI SAN BERNARDO,‭ ‬IN UN FAMOSO BAR PER FIGHETTI SASSARESE UBICATO ALL’INCICA‭ ‬ALL’INIZIO DI VIA AMENDOLA.
AVENDO SALTATO LA CENA A PIÈ PARI E VESTITI COME MENDICANTI LUNGO IL CAMMINO DI SANTIAGO DE COMPOSTELA RICEVIAMO UN’OVAZIONE SILENZIOSA AL NOSTRO INGRESSO NEL LOCALE GREMITO DI «SCIARPINI» O COSI’ DETTI «PEPPUCCI» O PER MEGLIO DIRE «CINGOMMINI» E RELATIVI OMOLOGHI DI SESSO FEMMINILE COME NELLA MIGLIORE TRASIZIONE DEL PRESTIGIOSO BAR CHIC.
I MIEI BAFFI ALLA FRANCESCO FERDINANDO D’ASBURGO SONO ORAMAI UN MUST SINO A VIA FANCELLO.‭ ‬DICHIARIAMO GUERRA A MONTELEPRE,‭ ‬ALMENO DOPO AVER ASSAGGIATO QUALCOSA DI FRESCO.
ACCOMPAGNATO DA FOCA E IL SUO GIOVANE PADAWAN,‭ ‬SUO FRATELLO,‭ ‬LASCIAMO DI STUCCO IL BARMAN QUANDO IL MAMMIFERO MARINO SCIORINA UNA LISTA RICHIESTA DI WHISKEY CHE NATURALMENTE IL NOSTRO UMILISSIMO SERVITORE AL BANCONE NON POTEVA ESAUIDRE NON ESSENDO IL BAR DELLA BIBLIOTECA DI DUBLINO.
CI ACCONTENTIAMO DI SEMPLICI BOURBON INVECCHIATI‭ ‬157‭ ‬ANNI,‭ ‬SORSEGGIATI IN PIEDI DIALOGANDO TRANQUILLAMENTE SUI POTERI DELLA FORZA E SUL FATTO CHE OBI WAN E IL CAPITANO KIRK NON AVREBBERO MAI AVUTO LA STESSA FORZA.‭ ‬NEANCHE FORZATAMENTE.
I NOSTRI BERMUDA SPORCHI DI COLLA VINILICA E I RESTI‭ ‬DI‭ ‬LOCANDINE ATTACCATI SULLE SUOLE DELLE SCARPE ORAMAI SONO UNA TENDENZA E LASCIAMO CHE IL RESTO DEI FINI ALCOLISTI DEL RAFFINATISSIMO LOCALE MUOIANO D’INVIDIA.‭
DOPO AVER DATO PROVA DI COME SI PUO’ INCIAMPARE DA SOLI SU UN PAVIMENTO COMPLETAMENTE LIBERO DA OSTACOLI DECIDIAMO CHE LO SPETTACOLO E’ STATO ABBASTANZA, MA I NOSTRI ORAMAI FANS CI CHIEDONO INSISTANTEMENTE DI‭ ‬RIMANERE A DETTARE LEGGE COL NOSTRO STILE VOLUTAMENTE TRASANDATO DA NAZARENI METROPOLITANI,‭ ‬MA NON POSSIAMO:‭ DOPO IL DANNO ‬IL DOVERE E IL DIVANO CI CHIAMANO.
TORNIAMO A PIEDI CON SALTO NELL’IPERSPAZIO RIMANDATO DI POCO.
DUE BIRRETTE VOLANTI SU TATOOINE,‭ ‬SI RITORNA A CASA,‭ ‬SI PREPARA LA LISTA DELLE‭ ‬CANZONI PAPABILI PER I CONCERTI.‭ ‬MI DEVO MUOVERE IN FRETTA,‭ ‬PRIMA DI SVENIRE SULLA TASTIERA.‭ ‬SONO IN FASE DI RALLENTAMENTO KLAALSHASHLKALSHAKSHALAHAB.
IL GIORNO DOPO EMANIAMO LO STESSO ODORE‭ ‬CHE EMANAVANO I DISCHI JAZZ DA PIBUS O MEGLIO UN CETACEO SPIAGGIATO SU UN ARENILE DI CALZINI SPORTIVI USATI.


Nelle diapositive i campioni dei baffi a manubrio: a) Francesco Ferdinando d’Asburgo b) Vittorio Emanuele II c) Carlo Alberto d) La scimmia patas

SUONIAMO POCO DOPO ALL’ENJOY FESTIVAL.‭ ‬A RIOLA SARDO,‭ ‬ELEGANTE PAESINO DELL’SUDOVEST DELLA NOSTRA PICCOLA NUOVA CALEDONIA FAMOSO PER LE COLLINE A FORMA DI TERZA COPPA‭ “‬C‭” ‬ALL’USCITA DEL PAESE,‭ ‬NEL PARCO.
DURANTE LA DISCESA‭ ‬VERSO SUDDETTO PAESINO‭ ‬SUCCEDE DI TUTTO:‭ ‬NON C’ERA TANTO CALDO,‭ ‬SOLO‭ ‬75‭ ‬GRADI CENTIGRADI ALL’ESTERNO DELLA VOLKSWAGEN GOLF,‭ ‬NOTA SBAGASSOMACHINE.‭ ‬ALL’INTERNO SI SUDAVA VINAVIL.
ERA LA TEMPERATURA CHE DI SOLITO FA SU MERCURIO DI NOTTE.
CALI DI PRESSIONE,‭ ‬VISIONI A SFONDO MISTICO DURANTE L’ASCOLTO DI UNA RULLATA DEI JOYKILLER,‭ ‬SAN PANTALEO(TUTTA LA FRAZIONE) IN BERMUDA INDICAVA LA PIAZZOLA DI SOSTA DOVE INGINOCCHIARSI E CHIEDERE PERDONO DEI PROPRI PECCATI E DELLE BAND CHE CI OSTINIAMO AD ASCOLTARE,‭ ‬MENTRE IL BATTERISTA,‭ ‬LA DI LUI RAGAZZA E ALTRI ADEPTI DEL‭ ‬NUOVO CULTO DEL MINESTRONE FREDDO IN GIORNATE SAHARIANE GORGOGLIAVANO MELODIE INDIANE INGURGITANDO VERDURE.

RINGALLUZZITI DALLA PAUSA ESTATICA ARRIVIAMO AL POSTO DELL’ESIBIZIONE:‭ ‬UNA CAVA DISMESSA NEL SUD DAKOTA.‭ ‬PALCO,‭ ‬TRE POSTI DA DIGGEI PER I VARI LIVELLI DI SCONVOLTURA,‭ ‬DAL REGGAE ALLA TECHNO ALLA TECHNO CHIAPAS DA BALLARE RIGOROSAMENTE CON PONCHO,‭ ‬ESPADRILLAS E MARACAS.
BANCARELLE CON CIBI IPERCALORICI E BEVANDE IPOSBRONZANTI,‭ ‬UNA CRÊPE CUCINATA DA UNA COPPIA DI FRIKKETTONI E ANIMALI DI COMPAGNIA DA CAPELLI RISISTEMA L’EQUILBRIO DEI RODEOS E GIRLFRIENDS.
UNA BAND CHE DIVIDE CON NOI E ALTRI IL PRESTIGIOSISSIMO PALCO DIMOSTRA UNA VERA ATTITUDINE DA ROCKERS BEVENDO BIRRA,‭ ‬MIRTO,‭ ‬LIMONCINO,‭ ‬SALIVA DI GNU,‭ ‬ACQUA RUGGINOSA DEL FURGONE DEL SERVICE,‭ ‬TUTTO NELLO‭ ‬STESSO COCKTAIL CON GHIACCIO E OMBRELLINO.
FACCIAMO I BRINDISI ALLE ALI DELLA LIBERTA’ CHE NON PERDERANNO MAI LE PIUME E AI DINOSAURI CHE SI SONO ESTINTI PERCHE’ ERANO PASSATI DI MODA.
INFATTI VENGONO SERVITI I CLASSICI PANINI DI HAMBURGER DI STEGOSAURO,‭ ‬CIRCOLANO IMMANCABILI RESIDUATI BELLICI DEGLI ANNI‭ ‘‬90‭ ‬CHE BECCHI AD OGNI CONCERTO.

ALLA BARRACCA CI SI DISSETA:‭ ‬BIRRETTE PER CHI BEVE ALCOOL,‭ ‬ACQUA PER CHI NON LO BEVE,‭ ‬CHIACCHIERE ALCOLICHE CON DEGRINPIPOL E‭ ‬549‭ ‬CHE CI REGALANO LA DEMO,‭ ‬OH YES‭!

SPARUTI GRUPPI DI SCONVOLTONI SI DIMENANO COME TORCE UMANE SOTTO I DJ CHE SPARANO LE LORO STRONZATE MUSICALI A LIVELLI DA DICIOTTOMILA MEGA SUONI.
LA MAGGIOR PARTE DELLA GENTAGLIA E‭’ ‬ANCORA FUORI CHE ASPETTA CHE GLI SALGA LA SCIMMIA SULLE SPALLE AFFINCHE‭’ ‬SIA ELLA A GUIDARE I CORPI DURANTE LA DISORGANIZZATISSIMA SERATA MUSICALE CHE PROCEDE NONOSTANTE DENTRO LA CAVA CI SIA PRATICAMENTE IL DESERTO.
SUONA UNA BAND SKA POSTADOLESCENZIALE CHE ODIA TUTTO, DAL BRODO ALLA POLITICA, DAI PROGRAMMI TV AI BORDI DELLA PIZZA E I CAPPERI, CI FA LA MORALE E POI SCENDE DAL PALCO.
GRAZIE.
TOCCA A NOI, SUONIAMO,‭ ‬POCO E VELOCEMENTE.‭ ‬LA CINQUANTINA DI PERSONE CHE NON FORMANO DI SICURO UNA FOLLA OCEANICA IMPAZZISCE,‭ ‬VOGLIONO TUTTI I CD CHE CI RIMANGONO,‭ ‬CIOE‭’ ‬CINQUE.‭ ‬PER SPACCARLI.
ABBIAMO CAMBIATO LE VITE A QUELLE PERSONE,‭ ‬IN PEGGIO.
BECCATEVI I MIEI NUOVI BAFFI ALLA GUIDOBALDO MARIA ORSOBRANDO.
IL POGO SI SCATENA‭…‬ SOTTO IL DJ CHE METTE MUSICA PER ASCENSORI TECHNO.
ALCUNI RUMINANTI BIPEDI CON SGUARDI ANABAGLIANTI NON VEDEVANO L’ORA CHE SMETTESSIMO,‭ ‬LA CASSA DELLA NOSTRA BATTERIA ENTRAVA IN CONFLITTO CON LA CASSA DEL DJ E NON RIUSCIVANO A SENTIRE LA CASSA. E IN PIU’ LA LORO SCIMMIA ERA SCAPPATA.

NON POSSIAMO‭ ‬FARE I PEZZI DEL NUOVO ALBUM,‭ ‬LA GENTE NON E‭’ ‬ANCORA PRONTA,‭ ‬RISCHIEREMMO DI ROVINARE UNA GENERAZIONE INTERA,‭ ‬SARANNO COSTRETTI A MANDARE DAL FUTURO TERMINATORS MUNITI DI FUCILI DRUGAL CON VINO SOTTO PRESSIONE PER ELIMINARCI PRIMA CHE SALIAMO SUL PALCO.

DECIDIAMO QUINDI DI PRENDERE A CUORE LA SITUAZIONE E DI PRESERVARE ANCORA UN PO‭’ ‬L’EQUILIBRIO FISICO E MENTALE DEI POVERI IGNARI TERRESTRI,‭ ‬INCONSAPEVOLI DI QUANTO STIA PER SUCCEDERE A FINE REGISTRAZIONI DEL NUOVO ALBUM DEI RODEO CLOWN.
FINITA NOVEMBER RAIN SPACCHIAMO IL PIANOFORTE A CODA BIANCO E SCENDIAMO DAL PALCO NUDI,‭ ‬BEVENDO UN COCKTAIL DI FOUR ROSES E PARAFLU‭’‬.
UN PAZZO SCATENATO CI COMPRA UNA MAGLIETTA,‭ ‬SOLO PERCHE‭’ ‬QUELLA CHE AVEVA INDOSSO L’AVEVA VOMITATA E,‭ ‬VISTO CHE GLI BALLAVA UN TAVOLO A CASA,‭ ‬PRENDE ANCHE UN CD.

DOVREMMO SUONARE REGGAE COME TUTTI.
NON SAPPIAMO PERCHE‭’ ‬CI OSTINIAMO A VOLER PRESENZIARE A CERTE INIZIATIVE.

RITORNO PIU‭’ ‬TRANQUILLO DELL’ANDATA,‭ ‬BARBAGIANNI CI SFIORANO E CI CAGANO LA CAPPOTTA.
PER FORTUNA LA NOTTE ALLA TV DAVANO‭ «‬MUTANDE PAZZE‭»‬,‭ ‬LA SETTIMANA PRIMA‭ «‬PAPPA‭ & ‬CICCIA‭»‬.‭ ‬RIDARANNO DI SICURO ANCHE‭ «‬RICCHI,‭ ‬RICCHISSIMI PRATICAMENTE IN MUTANDE‭»‬ PER LA CENTOCINQUANTESIMA VOLTA E PER LA NOSTRA GIOIA ASSOLUTA.
SARÀ LA DISPERAZIONE A FAR SÌ CHE OGNI TANTO NELLA PROGRAMMAZIONE ESTIVA CI SIA UN PÒ DI CAFONAGGINE O SONO ERRORI DI MATRIX‭? ‬O È POSSIBILE CHE CI SIA QUALCHE PERSONA DI‭ «‬BUON CATTIVO GUSTO‭»‬ IN QUELLA TERRIFICANTE EMITTENTE CHE È RETE QUATTRO‭?


Nelle diapositive le Foto di Giulia Mameli che ci fanno sembrare una vera band: a) momenti di isteria collettiva b)Joe c) Gigio d) Tony e) Joe f) Rodeo Clown

SUONIAMO IL GIORNO SEGUENTE A PLATAMONA CON I REDIVIVI HELLO ROCKETS,‭ ‬CHE HANNO FATTO DELL’INCOMPRENSIONE FRA DI LORO E IL RESTO DEL MONDO UN CAVALLO DI BATTAGLIA.
CI RITROVIAMO AD AVERE TRE AMPLIFICATORI PER CHITARRA E DUE PER BASSO.
AVEVAMO IL MURO DI AMPLI DEI CUGINI POVERI DEL GODS OF METAL.

GLI HELLO ROCKETS ERANO COME SEMPRE‭ ‬CAPITANATI DALL’ALLUCINATISSIMO ALKATRAZ‭ (REDUCE DAL SUO MONDO DI PANNA COTTA E ZUCCHERO FILATO) E, PUR ESSENDO SOBRI COME CHIERICHETTI LA DOMENICA MATTINA (ALMENO PRIMA DEL CONCERTO) CON NON ASTUTISSIME MOSSE RIUSCIVANO AD INCASINARE IL PIU’ POSSIBILE UNA SERATA CHE NELLE PEGGIORI ASPETTATIVE AVREBBE AVUTO QUALCHE CORDA ROTTA COME POSSIBILE INCONVENIENTE.

DOPO UNA PROVA DEI SUONI ESTENUANTE E DI DURATA LEGGENDARIA I NOSTRI RAZZI NON FIDANDOSI DELLA LORO MEMORIA FOTOGRAFANO LE MANOPOLE DEGLI AMPLI E MARCHINGEGNI COSTOSI CHE SI SON PORTATI DIETRO PER LA PRESTIGIOSA SERATA.
IN UN BAR IN SPIAGGIA.
SUL MARCIAPIEDE.
NON SI CAPISCE IL PERCHE‭’ ‬DI TALE OPULENZA IN UNA SERATA CHE POTEVA SVOLGERSI TRANQUILLAMENTE CON UN AMPLI PER CHITARRA E UNA D.I.‭ ‬PER IL BASSO DA ATTACCARE DIRETTAMENTE AL MIXER.
MISTERO DELLA FEDE.

ARRIVANO PARENTI,‭ ‬AMICI,‭ ‬CONOSCENTI,‭ ‬CANI RANDAGI.

PARTONO I‭ «‬CIAO RAZZI‭»‬,‭ ‬UNA VENTINA DI MINUTI,‭ ‬SUONI BELLI,‭ ‬CHE VENGONO MODIFICATI DALLE PRATICHE PRECONCERTO CIRCA L’USO DI ADDITIVI PSICHEDELICI SUL BASSISTA CHE COME UNA CAVIETTA DI LABORATORIO HA DONATO SUO MALGRADO UN CORPO ALLA SCIENZA.

INFATTI NELL’ESTASI MISTICA DELLA PERFOMANCE STRUMENTALE CAMBIA UN PO‭’ ‬LA DISPOSIZIONE DEI VOLUMI E I NOSTRI EROI,‭ ‬I RODEOS SI RITROVANO CON SUONI CHE SEMBRANO PROVVENIRE DAL BUCO DI CULO DI UN ORSO DELLE CAVERNE,‭ ‬COSTIPATO.

SI SENTIVA VERAMENTE UNA MERDA.‭ ‬MA CHE CI VOLETE FARE‭?
SIETE AD UN CONCERTO PUNK‭? ‬ECCO PIU‭’ ‬E‭’ ‬MERDA PIU‭’ ‬E’ PUNK,‭ ‬QUINDI FINGETE CHE SIA BELLO.

GLI ASTANTI SPETTATORI,‭ ‬INCREDULI‭ ‬DI COTANTA SCHIFEZZA,‭ ‬VENGONO INVITATI A COMPRARE COMUNQUE,‭ ‬I QUATTRO CD RIMANENTI ALLA BAND DEI CLOWN E‭ ‬LE MAGLIETTE CHE FORSE VENGONO ACQUISTATE PIU‭’ ‬PER PORTARE ADDOSSO UNA VERGOGNA COME L’AVER ASSISTITO A QUEL MACELLO DI SUONI PIU‭’ ‬CHE PER L’EFFETTIVA VOGLIA DI AVERE I TRE RODEO CLOWN RAPPRESENTATI SUL PETTO.

UNA SOFFERENZA ORRENDA E NON BREVE PER LE ORECCHIE DEL PUBBLICO.

COSTRETTI DAGLI EVENTI A PRESTARCI UN AMPLIFICATORE DI CHITARRA,‭ ‬ADDIRITTURA QUELLO PIU‭’ ‬GRANDE,‭ ‬ALKATRAZ E COMPARI‭ ‬DEVONO‭ ‬MESTAMENTE‭ ‬RIMANERE AL LOCALE SINO ALLA FINE DELLA‭ ‬NOSTRA‭ ‬PERFOMANCE,‭ ‬RIVEDENDO I‭ ‬LORO‭ ‬PROGRAMMI CONNESSI CON LE LORO‭ ‬DOLCI‭ ‬META‭’‬,‭ ‬LE QUALI LASCIANO IL LOCO RIMETTENDO IN MACCHINA FRUSTINI, DIVARICATORI E IRRIGATORI ANALI PER LE PUNIZIONI DA PERPRETRARE AI LORO SOTTOPOSTI PIU‭’ ‬TARDI.

ALL’ARRIVO DELLE TRUPPE CAMMELLATE SUSSINCHE I VOLUMI DEGLI AMPLI SI‭ ‬RISITEMANO MIRACOLOSAMENTE,‭ ‬CADIAMO IN GINOCCHIO RINGRAZIANDO SANTA MONICA,‭ ‬PATRONA DEI SURFERS,‭ ‬DEI ROCKERS E DEGLI AVVINAZZATI DI SORSO.‭ ‬NON POTENDOCI ESIMERE DAL SUONARE LA NOSTRA CANZONE CHIAMATA QUANTUNQUE COME LA SANTA POCANZI CITATA,‭ ‬LA RIPETIAMO‭ ‬57‭ ‬VOLTE,‭ ‬IN TUTTI I DIALETTI‭ ‬E ACCENTI DELLA LINGUA SARDA,‭ ‬COMPRESO IL CARLOFORTINO,‭ ‬CHE‭ ‬PARE SI PARLI MEGLIO‭ ‬CON‭ ‬UN PANINO AL TONNO IN BOCCA.

FINIAMO DI SUONARE,‭ ‬ALKATRAZ HA FINITO DA DUE ORE DI CONTARE TUTTI I GRANELLI DI SABBIA DI PLATAMONA E ORA INIZIA A CATALOGARLI PER FORMA,‭ ‬COLORE E DIMENSIONE.

MENTRE ALKA DISCUTE CON UNO SCOGLIO SULL’ANDAMENTO DELLA RICERCA SCIENTIFICA TORNIAMO A CASA SCORTATI DAI SUSSINCHI CAMMELLATI E TATUATI COME IL CAPITANO‭ ‬AHAB‭, ROTEANO SULLA TESTA BOTTIGLIE DI ICHNUSA COME SCIABOLE, ANDIAMO VERSO CASA ‬SPERANZOSI DI TROVARE IN TV UN ALTRO EPICO CAPOLAVORO TRASH COME LA SERA PRECEDENTE.
UN CAZZO,‭ ‬MANDANO DELLE IMBARAZZANTISSIME REPLICHE DI‭ «‬COLLEGE‭»‬,
TERRIFICANTE TELEFILM CON LA RIPROPOSIZIONE DI PARTE DEL CAST DEI‭ «‬RAGAZZI DELLA TERZA C»‬.
MADONNA CHE CAGATA FOTONICA.
E‭’ ‬ORA DI DORMIRE.
CHE LAVORO FA FEDERICA MORO ORA‭?‬…


Nelle diapositive: a) Fabrizio Bracconeri, al secolo “Bruno Sacchi” prima che diventasse il bidello di Forum b) Il folto pubblico al concerto di Platamona, si scorge perfettamente il fan club canadese arrivato con un volo Charter messo a disposizione dall’ambasciata c) Il panino al tonno, segreto dei poliglotti e fantastica fonte di intossicazione da mercurio d) Il vino di Sossu, benzina per Cammelli e bipedi dal 1757

IL CONCERTO A PLATAMONA E‭’ ‬STATO SPOSTATO PER NON ENTRARE IN COLLISONE CON LA SACROSANTISSIMA ARROSTITA DEI CANDELIERI.
PER GLI INTENDITORI UN VERO TUFFO NELLA SASSARESITA‭’ ‬PIU‭’ ‬CROCCANTE E UN’UNICA PIU‭’ ‬CHE RARA POSSIBILITA‭’ ‬DI TUFFARSI NELL’ANIMALITA‭’ ‬PIU‭’ ‬SELVAGGIA.
BESTIALITA‭’ ‬MISTA A MUSICA FOLK CHE ANIMA‭ ‬LA CITTA‭’‬ NEI GIORNI PRECEDENTI LA‭ «‬‬FARADDA‭»‬,‭ ‬LA FESTA PIU‭’ ‬SENTITA DI SASSARI,‭ ‬CON LA DISTRIBUZIONE DI GRANDI QUANTITA‭’ ‬DI‭ ‬SBORNIA PER TUTTA LA CITTA‭’ E CIRCONDARIO.‭
UNA OCCASIONE PER RENDESI CONTO DEL TRACOLLO DELLA CIVILTA’ CONTEMPORANEA, DELLE ERRATE TEORIE DARWINIANE SULL’EVOLUZIONE DELLE SPECIE E UNA CIRCOSTANZA IRRIPETIBILE PER VEDERE DEI PERSONAGGI SASSARESI MOSTRUOSI CHE ORAMAI SONO NELL’IMMAGINARIO COLLETTIVO INSIEME A FRANKENSTEIN, SCALDABAGNO, DRACULA, CARRIDIGABADDU, L’UOMO LUPO E TITINO L’INDIANO.
IL‭ ‬TUTTO CONDITO DA ENORMI PORTATE DI CARNE DI ANIMALI PRESSOCHE‭’ ‬VIVI O,‭ ‬COME QUALCUNO AMA SOSTENERE,‭ ‬VERE PORTATE DI CARNE UMANA.‭ ‬
VOCI NARRANO CHE ANCHE ‬RAPA NUI ABBIA INIZIATO IL SUO DECLINO COSI‭’‬.‭ ‬MA LA CITTA‭’ ‬TURRITANA SOPPRAVVIVE SEMPRE A TUTTO QUESTO.‭

DECIDIAMO DI PRESENZIARE ASSOLUTAMENTE ALL’EVENTO.
C’È UN CALDO MORTALE UNA BIRRETTA CI STA TUTTA, NE PARTE UNA SESTINA. TUTTA IN RIMA. AL BAR DA GRAZIANO DOVE CAPIAMO CHE A SASSARI NON SERVE LA LUNA PIENA O UN MICHAEL JACKSON DANZANTE CON CHIODO ROSSO PER FAR USCIRE GLI ZOMBIE PER STRADA.

ARRIVIAMO A MARIAN COLUMN SQUARE‬,‭ ‬DOVE SI‭ ‬SVOLGE IL RITO TRIBALE.
SONO LE DIECI DI SERA MA SI CONTINUA A SUDARE NELLA PIAZZA,‭ ‬LA COTTURA DELLE CARNI DI INNUMEREVOLI BESTIE‭ ‬PROCEDE E ALLO STESSO TEMPO INNUMEREVOLI BESTIE SI CUOCIONO A SUON DI‭ «‬BUON‭»‬ VINO,‭ ‬COME RIPORTATO SULLE PRESTIGIOSE PAGINE DE‭ ‬LA NUOVA SARDEGNA.
BUONO UN CAZZO.
ERA UN VINO TERRIBILE CHE AVREBBE SCHIFATO PURE LINO TOFFOLO‬, CHE COME E’ BEN NOTO SI BERREBBE L’ACETO DELLE CIPOLLINE DAL BARATTOLO. SENZA TIMORE ALCUNO.
AL PRIMO SORSO PENSO CHE QUESTO VINO MI CREPERÀ,‭ ‬IL SECONDO MI DARÀ LA BUONANOTTE.

LE DOLCI MELODIE DEL FOLK SASSARESE‭‬, CHE PARLANO SEMPRE DI IMBRIAGGHERE,‭ ‬MANGIATE,‭ ‬FIGA,‭ ‬POVERTA‭’ ‬E DI POCA VOGLIA DI LAVORARE,‭ ‬ACCOMPAGNANO LA NOSTRA CIONDOLANTE ANDATURA,‭ ‬ASSIMILABILE A QUELLA DEI CAMMELLI DEL DESERTO DEI GOBI.‭ ‬L’ARSURA E‭’ ‬SEMPRE‭ ‬LA STESSA E QUESTO VINACCIO NON AIUTA,‭ ‬ANZI CERCHIAMO UNA POZZANGHERA DOVE,‭ ‬SPOSTANDO UN CANE,‭ ‬POSSIAMO FINALMENTE ABBEVERARCI.‭
‬NEL MENTRE INCONTRIAMO UN MITICO PERSONAGGIO CHE SKATEAVA CON NOI ALL’EPOCA DELLA ‬PANGEA,‭ ‬PRIMA DELLA DERIVA DEI CONTINENTI.
COSTUI ERA UN VERO ARDITO DELLA TAVOLA ROTELLE.‭ ‬AVENDONE QUATTRO SOTTO I PIEDI E NEANCHE UNA IN TESTA,‭ ‬ERA NOTO PER AVERE SALTATO CINQUE SCALINI CREDENDO CHE FOSSERO TRE.
CORRONO‭ ‬VOCI‭ ‬CHE SARA‭’ ‬NOMINATO NUOVO MINISTRO DELL’ECONOMIA,‭ ‬VISTI I PRECEDENTI SE LA POTREBBE ANCHE CAVARE BENE.

IL PERSONAGGIO IN QUESTIONE ERA DOTATO DI UNA FORZA‭ ‬PROPORZIONALE ALLA SUA DISCENDENZA DAI NEANDERTHAL:‭ ‬PRATICAMENTE COMPLETA‭ (‬99%‭ ‬CONTRO L‭’‬1%‭ ‬DI PIETRA CALCAREA‭)‬.
ORAMAI COPERTO DI TATUAGGI DI DUBBISSIMO GUSTO‭ ‬RAFFIGURANTI CRISTI PIANGENTI,‭ ‬MADONNINE TRAFITTE,‭ ‬SANTI CON MITRAGLIATRICI,‭ ‬CUORI COPERTI DI SPINE,‭ ‬NOMI DI RAGAZZE SANGUINANTI E ALTRI SPLENDIDI EX VOTO,‭ ‬HA COMUNQUE MANTENUTO UN OTTIMO CARATTERE A MENO CHE NON VEDA UN DRAPPO ROSSO SVENTOLARGLI IN FRONTE.
IL MITICO CI INVITA AD UNA BEVUTA NEI PEGGIORI CIRCOLI DEL CENTRO STORICO DELLA NOSTRA CITTÀ.
DUE BIRRE COL SUDDETTO PERSONAGGIO CI SPAVENTANO ASSAI.
L’ULTIMA VOLTA CHE SIAMO USCITI INSIEME GLI STATI UNITI HANNO ATTACCATO L’AFGHANISTAN.
LO SALUTIAMO MENTRE SENTE DUE GOCCE DI SANGUE IN CENTINAIA DI LITRI DI VINO‭ ‬ED INDIVIDUA LA PREDA DELLA SERATA.

‬INCONTRIAMO‭ ‬GENTE DI TUTTI I TIPI,‭ ‬CONOSCIUTA E NON,‭ ‬MENTRE LA MUSICA IMPAZZA GENTE IN DELIRIO CON LA BANDIERA DI SASSARI‭ (‬E QUINDI ANCHE DELLA ‭‬TORRESE) ‬A‭ ‘‬MO DI MANTELLO,‭ ‬IN LACRIMONI.
SEMBRA LA FINALE DEI MONDIALI DI SASSARESITA‭’‬.
VEDI METALLARI‭ ‬CHE CANTANO‭ «‬FOGGU FOGGU‭ ‬FOGGU‭»‬,‭ ‬SIGNORINE‭ ‬CHE‭ ‬SINO AD UNA MEZZ‭’‬ORA PRIMA MANTENEVANO UN APLOMB INVIDIABILE E‭ ‬DOPO UN LITRAZZO DI VINO CANCARONE BALLANO DISCINTAMENTE COME STREGHE IN UN SABBA,‭ ‬IMPIEGATI,‭ ‬MURATORI E NULLAFACENTI‭ ‬SBRODOLATI DI IMMONDA BEVANDA ALLUNGATA NELLE MIGLIORI DELLE IPOTESI CON TRIELINA.
DOMANI‭ ‬130‭ ‬492‭ ‬PERSONE,‭ ‬PIU‭’ ‬TUTTI I BILLOI PRESENTI DEL CIRCONDARIO,‭ ‬AVRANNO UN CATASTROFICO CECCIO.

MENTRE TUTTI SI DIVERTONO E TRACANNANO SENZA SENSO,‭ ‬CALAMITE QUALI SIAMO PER DISPERATI,‭ ‬DERELITTI E DISGRAZIATI DI OGNI FOGGIA E DI OGNI PARTE DELL’UNIVERSO CONOSCIUTO,‭ ‬VENIAMO A CONOSCENZA DI TRE FANTASTICI PERSONAGGI:‭ ‬UN CHITARRISTA SUDAMERICANO CHE‭ ‬PORTAVA‭ ‬APPRESSO‭ ‬LA CHITARRA MA NON L’HA SFODERATA MANCO UNA VOLTA NELL’INTERA SERA,‭ ‬STILE ANTONIO BANDERAS IN DESPERADO,‭ ‬UN TOSSICO CON UNA IMPROBABILE CAMICIA HAWAIANA TALMENTE LARGA CHE SEMBRAVA RUBATA DALLA SALMA DI PAVAROTTI,‭ ‬E UN ALTRO TOSSICO CON CAPELLI RARI E PEREGRINI CHE‭ ‬FACEVANO‭ ‬PENDANT CON UNA DENTATURA DA RASTRELLO‭ ‬TIPO ZIO JESSE DELLA GEORGIA IN SALOPETTE.
QUESTO TRIO DI‭ ‬ILLUSTRI DOTTORI CI ILLUMINA‭ ‬CON DOTTRINE FANTASTICHE SULLA MUSICA SASSARESE E‭ ‬LE SUE ORIGINI,‭ ‬INVENTANDO BOIATE ASSURDE AIUTATE‭ ‬DAL CHITARRISTA ISPANICO CHE CAPISCE VERAMENTE UN CAZZO DI NIENTE.

SICCOME POSSEDIAMO ADDIRITTURA TRE BOCCE DI VINO,‭ ‬I‭ ‬TRE DOTTI NON ESIMONO I VOSTRI PRODI RODEO CLOWN DALL’ASCOLTARE QUALI ESCLUSIVE FACOLTA‭’ ‬POSSIEDE QUESTA SCIACQUATURA DI PIATTI CHE CI HANNO REGALATO IN UN TAVOLONE POCO PIU‭’ ‬IN LA‭’‬.
MENTRE SI PARLA DI QUESTI AULICI TEMI I NOSTRI TRE OSPITI,‭ ‬DEI QUALI UNO CHE PARLAVA COME ZANETTI IL CAPITANO DELL’INTER,‭ ‬FANNO CAPIRE CHE NON SONO I TRE LOS AMICOS,‭ ‬ANZI DOPO UN‭ ‬PO‭’ ‬INIZIANO QUASI A SCAZZOTTARSI L‭’‬UNO CON L’ALTRO,‭ ‬SENZA PERO‭’ ‬ARRESTARE LE PROCLAMAZIONI A VOCE ALTA DELLE SOMME VIRTU‭’ ‬DI QUESTO VINO PRODIGIOSO CHE,‭ ‬SECONDO I CONTENDENTI,‭ ‬OLTRE CHE INEBRIARE CURA MALATTIE MORTALI E METTE IN CONTATTO CON DIO.
DIO DI SOLITO SI FA SENTIRE ESATTAMENTE LA MATTINA DOPO SOTTO‭ ‬FORMA DI TEMPIE CHE‭ ‬PULSANO.
QUESTO E‭’ ‬IL SUO MODO DI FARTI CAPIRE CHE IERI ERI IL PIU‭’ ‬FIGO.
CERCHIAMO DI DIVIDERLI,‭ ‬SPUNTA UN COLTELLO,‭ ‬BEH…
LUI HA SEMPRE RAGIONE,‭ ‬CI ALLONTANIAMO E LASCIAMO I TRE AL LORO DESTINO.

QUESTO GRADO DI ERUDIZIONE‭ ‬E‭’ ‬TROPPO PER NOI,‭
SALUTIAMO TUTTI,‭ ‬BUON NATALE,‭ ‬FRA MEZZ’ORA SCARTIAMO I REGALI,‭ ‬ABBIAMO FATTO IL PRESEPE PIÙ GRANDE RISPETTO ALL’ANNO SCORSO.
TORNIAMO SCALANDO LE PARETI DEL CORSO VITTORIO EMANUELE,‭ ‬PERSONAGGIO‭ ‬CUI‭ ‬OLTRETUTTO‭ ‬MI ACCORGO DI‭ ‬STARNE EMULANDO I VITTORIOSI BAFFI.
DALL’ALTO‭ ‬DEI PALAZZI OTTOCENTESCHI SCORGIAMO‭ ‬NUOVAMENTE‭ ‬IL MITICO CHITARRISTA ISPANICO CHE ZOMPA COME TIGERMAN‭ ‬E PORTA VITTORIOSO CON SE‭’‬ DUE BOCCE DELL’AMATO VINO ASSASSINO E LA SUA CUSTODIA PER CHITARRA CHE SCOPRIAMO‭ ‬CONTENEVA‭ ‬UN TERZO BOCCIONE INVECE CHE UNA MITRAGLIATRICE.


Nelle diapositive: a) Impossibile vedere un tramonto migliore attraverso la nebbia di mille mila Kg di carbone under the grabiglia b) Giovane tifoso della Torrese c) Il chitarrista sudamericano e i due tossici discutono di vino d) Tigerman del Gremio dei Viandanti

SUONIAMO POCO DOPO AD OLBIA,‭ ‬PIU‭’ ‬CHE UN CONCERTO UNA SERATA TRA AMICI E ANIMALI.‭ ‬ANIMALI AMICI.
CERTE CANZONI NON LE PROVIAMO DA‭ ‬5‭ ‬ANNI,‭ ‬VA BENE LE CANTIAMO‭ ‬IN MACCHINA,‭ ‬ANDRA‭’ ‬BENE,‭ ‬E‭’ ‬IMPOSSIBILE SBAGLIARE CON I BAFFI A MANUBRIO COME LI PORTO ORA.

SOLITO PROGRAMMA INFALLIBILE:‭ ‬ZERO SOUNDCHECK E ANDARE DRITTI AL CLASSICO APPUNTAMENTO AL‭ «‬VESUVIO‭»‬ PER LA PIZZATA PRE-DEVIL KISS.‭ ‬ASPETTIAMO JOEY E GLI ALTRI E CI BUTTIAMO SULLA TAVOLATA.
VINCE LA PIZZA‭ «‬QUATTRO FORMAGGI,‭ ‬SALSICCIA,‭ ‬CIPOLLE E OLIO PICCANTE‭»‬,‭ ‬IDEATA DAL FIDO COMPAGNO DI SVENTURE SALVADOR E IMMEDIATAMENTE ADOTTATA‭ ‬DA TONY CHE,‭ ‬ESSENDO UN‭ ‬NOTO BUONGUSTAIO,‭ ‬NON PUÒ NON PROVARE‭ ‬QUESTA FINE PIETANZA,‭ ‬ROBA DA DIETA DA FANTINI.‭ ‬AD ESSA SEGUE‭ ‬LOGICAMENTE UN DESSERT,‭ ‬PIU‭’‬ UNA SERIE DI‭ ‬RIMASUGLI DI PIZZE ALTRUI DA FINIRE CON GIGIO.
SUBITO DOPO I DUE ENTRANO IN MODALITÀ STAND-BY.
IL PARGOLO CHE ANTONIO TIENE IN PANCIA SCALCIA,‭ ‬ANCHE QUELLO DI GIGIO,‭ ‬PRIMA DEL CONCERTO CI SONO DUE FALSE CHIAMATE IN SALA PARTO.

SUONANO‭ ‬PRIMA DI NOI I CANDYAPPLES,‭ ‬COVER BAND DI BRANI CLASSICI PUNK ROCK.

SUONIAMO NUOVE E VECCHIE CANZONI,‭ ‬I BAFFI ALLA FRANCESCO FERDINANDO CAPTANO SEMBRE GOOD VIBRATIONS QUA A TERRANOVA.
PIERO L’UBRIACONE MASCOTTE DEL DEVIL KISS E‭’ ‬PRESENTE‭ ‬COME SEMPRE,‭ ‬MA STAVOLTA NON E‭’‬ SOLO.‭ ‬CONOSCIAMO UN CERTO PANCRAZIO‭ (‬E NON PUNKRAZIO MA MOLTO PIÙ PUNK‭)‬,‭ ‬UNO SCOPPIATO CON LA PASSIONE DELL’AGOPUNTURA SUL BRACCIO,‭ ‬IL QUALE‭ ‬SFOGGIA UN INVIDIABILISSIMO TATUAGGIO‭ ‬COL SIMBOLO‭ «‬BIOHAZARD‭»‬ DEL NUCLEARE SULLA TESTA E UNA VISIONE DEL TUTTO PERSONALE DELLA REALTA‭’‬.‭ ‬IL PERSONAGGIO SALE‭ ‬COSTANTEMENTE SUL PALCO MENTRE SUONIAMO,‭ ‬PER FARLO STARE BUONO GLI PROMETTIAMO FAVORI SESSUALI NEI PARCHEGGI E,‭ ‬COME AVEVAMO DATO PER CERTO,‭ ‬LI ACCETTA.
BLOCCHIAMO PIERO MENTRE STA PER DIRE IL SEGRETO DELLA FELICITA‭’ ‬NELLA VITA AL MICROFONO‭…‬ BEH SCOPRITELO DA SOLI.

LA SERATA E‭’‬ ARRICCHITA DA UN‭ ‬INTERMEZZO CON L’UKULELE,‭ ‬UNA PARENTESI CHE‭ ‬RIESCE MOLTO MEGLIO‭ ‬RISPETTO A QUANDO LA FACEVAMO COME‭ ‬DELLE‭ ‬PREAMBOLO AL CONCERTO.‭ ‬PER IL RESTO,‭ ‬COME SEMPRE,‭ ‬CAFONATE,‭ ‬RUTTI E PUNK ROCK.
E‭’ ‬UNA SERATA BENEFICA:‭ ‬OLTRE CHE PER NOI,‭ ‬MUSICISTI FALLITI,‭ ‬SI RECUPERANO FONDI PER UNA BUONA CAUSA.
OH YESSS,‭ ‬GRANDE OLBIA‭!
PRIMA DI PARTIRE‭ ‬IL MITICO‭ ‬TORE AL BANCONE CI FA UNA FLEBO CON VARI RABBOCCHI DI VINO DI PORTO,‭ ‬CAMPARI E UN COCKTAIL AL SAPORE DI CARAIBI.‭
‬DEVE PER FORZA GUIDARE TONY‭ ‬IL QUALE‭ ‬OGGI,‭ ‬DOPO ESSERSI INGLOBATO PIZZERIA E PIZZAIOLO,‭ ‬NON PUÒ INGERIRE DI SICURO ALCOL,‭ ‬ANZI RESPIRA PIANO PER NON ESPLODERE O CAGARSI ADDOSSO PLATEALMENTE.
VIAGGIO‭ ‬DI RITORNO‭ ‬NELLA QUARTA DIMENSIONE ASCOLTANDO‭ «‬ MAGICAL MISTERY TOUR‭»‬,‭ ‬”I WAS THE WALRUS” E “LUCY IN THE SKY OF PORTO WINE”.‭ ‬”STRAWBERRY MILK FOREVER”.

NOTIZIE ANSA GIUNTECI POCANZI CI DICONO CHE MEZZA OLBIA,‭ ‬COME I RODEO CLOWN,‭ ‬STA CAGANDO PETROLIO.‭ ‬BENE,‭ ‬METTEREMO TUTTO INSIEME E CI COMPREREMO IL CHELSEA.
SE UN DRAGO SPUTA FUOCO‭ ‬E BEVE VINO IL GIORNO DOPO COSA CAGA‭?

DUE PROVINCE DEL NORD SARDEGNA SONO IN BRODO STAMATTINA.
IL RAMADAM PARTE PER MOLTI CON AUTOFLAGELLAZIONI ESPIATORIE.
O CI VORREBBE UN BIRRONE‭?
DECIDIAMO PER VINO CON GHIACCIO E FORMAGGIO FRANCESE.


Nelle diapositive: a) Pietro è il nosto maestro Jedi b) Eh sì siamo anche una Punk Rock Band c) Tore ci traghetta ancora fra oceani di vino di Porto e birroni infiniti verso la California egli anni ‘90 d) Il buonissimo e fiaggosissimo Brie

ALGHERO.
NON ABBIAMO LE CASSE,‭ ‬CE LE DOVREBBERO AVERE QUELLI DEL LOCALE,‭ ‬NON RISPONDONO AL TELEFONO,‭ ‬PARTIAMO LO STESSO ALLA CIECA‭ ‬SPERANDO CHE LA‭ «‬NOSTRA SIGNORA DELL’IMPIANTO AUDIO‭»‬ CI AIUTI.
ROCK AND ROLL,‭ ‬PIZZE E BIRRETTE.
SUONIAMO IN MEZZO ALLA STRADA.
TIZI INQUIETANTI CON COLPI DI SOLE E COLLANA CON DENTE DI SQUALO SU CAMICIA APERTA E PETTO DEPILATO SCRUTANO RAGAZZINE IN MINIGONNE GIROPASSERA CHE SONO PRATICAMENTE DELLE CINTURE LARGHE.
QUALCUNO CI CHIEDE SE ABBIAMO MAI PENSATO DI SMERCIARE,‭ ‬OLTRE ALLE NOSTRE MAGLIETTE,‭ ‬ANCHE LE MAGLIE DI ALTRE BAND PER FARCI POI DENUNCIARE E DIVENTARE FAMOSI.‭ ‬CHIAMIAMO L’ACCALAPPIACANI,‭ ‬STASERA AVRANNO UN BEL DA FARE.
AL RITORNO CI FERMANO LE GUARDIE IMPERIALI,‭ ‬NO PROBLEM NON ABBIAMO IL COFANO PIENO DI RESTI UMANI,‭ ‬NON SIAMO POSITIVI AL TEST DI INGLESE,‭ MA CI FANNO PASSARE.
CI CHIEDIAMO CHE COSA FACCIA ORA CLAUDIO LIPPI.
ALBUM DELLE FIGURE DI MERDA VIA SMS,‭ ‬JOEY DA OLBIA CI CONSIGLIA UN BUNKER COME GHEDDAFI.

DUE GIORNATE FOTONICHE.
BEH NON È TUTTO UNA MERDA.‭ ‬O ALMENO NON TUTTISSIMO.
PARTONO LE REGISTRAZIONI PER IL COMPLETAMENTO DELLE GIÀ INIZIATE SESSIONI DEL NUOVO,‭ ‬SUDATISSIMO E ANCORA PIÙ AUTOPRODOTTO CD DEI RODEO CLOWN.
UDITE UDITE‭!‬ DOPO‭ ‬6‭ ‬ANNI DI SCROCCO CONTINUO DI STRUMENTAZIONE NON NOSTRA ABBIAMO FINALMENTE COMPRATO LA BATTERIA‭!!
IL PROGETTO DOVREBBE COMPLETARSI CON LA STAMPA DI UN NUMERO LIMITATO DI COPIE DEL NUOVO ALBUM,‭ ‬LIMITATO QUANTO IL BUDGET PRATICAMENTE RISICATO E INESISTENTE:‭ ‬STAMPA DEL CD IN‭ «‬JEWEL BOX‭»‬ IN CARTONE RICICLATO E PRESSATO,‭ ‬L’INTERNO DOVREBBE ESSERE ADDIRITTURA DI PLASTICA PRODOTTA DAL MAIS,‭ ‬L’IMBALLAGGIO RIDOTTO AL MINIMO,‭ ‬L’IMPATTO AMBIENTALE QUASI NULLO.
SE SOMMIAMO QUESTO ALLA PRATICA DEI RODEO DEL LAVARSI I DENTI SOTTO LA DOCCIA,‭ ‬DEL BERE MENO ACQUA POSSIBILE,‭ ‬DEL RIUTILIZZARE GLI STESSI FAZZOLETTI PER‭ ‬4‭ ‬-‭ ‬4,5‭ ‬VOLTE CIASCUNO SALVIAMO PIÙ FORESTE DI GREENPEACE E SUPERMAN MESSI INSIEME.
UN’ULTIMORA:‭ ‬HO LETTO‭ «‬BISCOTTI ALLA VAGINA‭»‬ E NON VANIGLIA…‭ ‬NE PRENDO DUE CONFEZIONI.
CIAO.

Nelle diapositive registrazioni del nuovo album e AHO live: a) Tony, spaccala, anzi SPASCIALA! b) Joe fai girare quell’Ukulele! c) Gigio mixa, sistema e ritma a suon di ronfi di gatto d) Joe, fai girare quel Banjomandolino! e) Punk Rock f) Punk Ukulele