PRENDI QUALCHE SOLDO E SCAPPA, NOI CREDIAMO NEL SASQUATCH, GIOVANI MANAGERS IMPROVVISATI TINTI DI BIONDO E BUTTERATI, SUONARE NEL COMPLETO DISINTERESSE GENERALE, DIVAGAZIONI FILOSOFICHE SUL PUNK ROCK

17, Jun, 2012

CIAO BESTIE, COME VA? IL MIRACOLO SI RIPETE, RITORNA L’ESTATE,
QUESTO È QUELLO CHE CONTA!
UN BUON DISCO NELLO STEREO (O NEL’AUTORADIO), ANCHE TRE IN PLAYLIST, COSE VECCHIE, COSE NUOVE.
PASSA IL TEMPO E LE COSE BUONE SON SEMPRE LE STESSE, O ALMENO SEMPRE BENE, MAI IN EGUAL MODO.
MENTRE SI SUDA SUL MIX DELL’ALBUM CHE PREPARIAMO FATISCOSAMENTE DA ALMENO DUE ANNI UN’ALTRA BAND CHE HA SUONATO CON NOI HA FATTO UN CONTRATTO CON UNA CASA DISCOGRAFICA, (ESISTONO VERAMENTE? O SONO UNA COSA MITICA COME IL SASQUATCH?) UN’ALTRA SE L’È CREATA IN CASA E S’È FATTA IL CONTRATTO DA SOLA, UNA È IN TOUR COI METALLICA IN CAMERA SUA DAGLI ANNI ‘90, C’È CHI DICE DI ESSERE UNA ISPIRAZIONE PER TUTTI SU INTERNET E POI SUONA COI BAMBINI ALLE FESTE DEL LICEO E ASPETTA CHE I FIGLI CRESCANO PER AVERE UN PAIO DI FAN IN PIÙ.
TRANQUILLI CI SONO ANCORA BAND CHE SUONANO E BASTA SENZA PROBLEMI, SONO QUELLI CHE CI PIACCIONO, CHE SIANO SU UNA TERRAZZA O DENTRO A UNA VETRINA, PER GLI AMICI E PER UNA CASSA DI BIRRA. GRUPPI CHE FACCIANO CHILOMETRI OPPURE NO, L’IMPORTANTE CHE SUONINO MUSICA CHE VALGA LA PENA DI ASCOLTARE.
DAVVERO.

NOI CONTINUEREMO AD ESSERE DEI TOTALI IMBECILLI E A CREDERE NEL SASQUATCH, NELLA MUSICA SUONATA.
TUTTO IL RESTO LE CHIACCHIERE, ANCHE LE NOSTRE SONO SOLO IMBECILLITA’.
A PROPOSITO DI IMBECILLITA’ A LIVELLI STRATOSFERICI, ORA VI RACCONTEREMO DI UN’ALTRA  MITICA SERATA, DI FUGHE PRECIPITOSE, SOLDI BUTTATI, FIGURE DI MERDA E SBRONZE MEGALITICHE.

ERA LA VOLTA CHE SUONAMMO IN UN POSTO DOVE LA SERATA NON ERA STATA ORGANIZZATA DA NOI MA DAL PINGUE BASSISTA DI UN ALTRO GRUPPO, UNA VERA CELEBRITA’ NELL’AMBITO DEL PUNK ROCK DELLA ZONA CENTRALE DELLA NOSTRA ISOLETTA.
UN PERSONAGGIO INCREDIBILE, UNA MACCHIETTA A LIVELLO PLANETARIO UN CICCIONE BUTTERATO CON L’ANIMA DA LICEALE AMERIGGANA E CON GLI STESSI VOLUBILI GUSTI MUSICALI.
TANTO PER CAMBIARE AVEVAMO UN MAL DI TESTA MICIDIALE, IL GIORNO PRIMA ERAVAMO ALLA LAUREA E ALLA CONSEGUENTE FESTA DI UN NOSTRO AMICO CHE PENSAVA CHE CON QUELL’EVENTO GLI SAREBBE CAMBIATA LA VITA.
SÌ DOPO LA LAUREA È LA SUA VITA È CAMBIATA RADICALMENTE L’ALCOLISMO INCONSAPEVOLE È DIVENTATO UNA PASSIONE AL LIMITE COL CREDO RELIGIOSO, CONSEGNA PIZZE COME NEL PERIODO UNIVERSITARIO, MA SE AL CITOFONO CI SONO DEGLI ERASMUS SPAGNOLI LI PUÒ FAR SENTIRE A CASA LORO CON UN PERFETTO IDIOMA IBERICO.
POCO PRIMA DI PARTIRE AVEVO UN HANGOVER TALMENTE FORTE CHE ANCHE GLI ABITANTI DELLE BALEARI SENTIVANO IL PULSARE DELLE MIE TEMPIE.
DIO BENEDICA CHI HA INVENTATO L’ASPIRINA , IL CAMPARI SODA E GLI STATI UNITI D’AMERICA.

LA ZONA DELL’EVENTO ERA QUELLA DEL CENTRO ESATTO DELLA 131, L’ARTERIA DI ASFALTO CHE COLLEGA IL NORD AL SUD E VICEVERSA DELLA NOSTRA PICCOLA CALIFORNIA, DOVE FA UN FREDDO FOTTUTO D’INVERNO E UN CALDO TERRIFICANTE D’ESTATE, DOVE C’È IL DEPOSITO DELLA COCA COLA E DOVE C’È LA FABBRICA DEGLI UOMINI BLU.
DURANTE IL VIAGGIO SENTIVO TALMENTE TANTE VOCI E AVEVO TANTE DI QUELLE INTERFERENZE IN TESTA E NELLO STOMACO CHE IN CONFRONTO BRIAN WILSON E GIOVANNA D’ARCO STAVANO BENISSIMO.
IL POSTO IN QUESTIONE ERA UN BAR SOTTERRANEO CON DEI BILIARDI, IL GESTORE DEL LOCALE, NON MI RICORDO COME SI CHIAMAVA, MAURO, FRANCESCO O LUCA.. O PAOLO SEMBRAVA UNO APPOSTO, UN PO’ NERD, CON DEGLI OCCHIALETTI COME IL CANTANTE DEGLI WEEZER, CI VENNE A PRENDERE ALL’ENTRATA DEL VILLAGGIO E CI ACCOMPAGNO’ A PIAZZARE LA STRUMENTAZIONE.

CHE SIMPATICO CHE SEMBRA, PENSO CHE NON CAMBIERÒ OPINIONE SU DI LUI, DI SOLITO NON MI SBAGLIO MAI.
NEL LOCALE, TUTTO COME AL SOLITO, QUALCHE BIRRETTA, SOUNDCHECK E POI VIA A MANGIARE UNA PIZZA AL BOWLING, DUE PASSI, QUATTRO RISATE, OTTO BIRRE, LA PIZZA ERA OTTIMA. PER NOI CHE ORAMAI SIAMO PIZZA-DIPENDENTI LA PIETANZA IN QUESTIONE, LA SERA SUPERÒ ABBONDANTEMENTE IL SETTE PIENO.
LA PIZZA FU COSA MIGLIORE DELLA SERATA. COME MOLTE VOLTE CAPITA.
MENTRE CI INGOZZAVAMO CON IL SOTTOFONDO DEGLI STRIKE DI LOCALI BIG LEBOWSKY SENTIAMO PER TELEFONO IL BASSISTA OBESO, L’ORGANIZZATORE DELLA SERATA, GIÀ EBBRO COME UN GIOSTRAIO RUMENO ALLE SETTE DI SERA CHE ACCORTO DI ESSERSI DIMENTICATO DELLA NOSTRO ARRIVO E NONCHÉ DELLA SERATA ORGANIZZATA INVENTAVA UNA FESTA DI COMPLEANNO DI UN SUO AMICO DEL PAESE PER RENDERE CREDIBILE IL SUO RITARDO IN PIZZERIA, LA FESTA ERA DI UN CERTO BRANDON FRATELLO DI UNA CERTA BRENDA, AMICA DI KELLY CHE STAVA CON UN PALESTRATO, SE NON SBAGLIO SI CHIAMAVA STEVANO, AMICO DI UN NOTO DJ DELLA ZONA, GAVINO NOTO DAVID CHE STAVA CON UN CESSO PAZZESCO DI NOME DONNA.
UNA SCUSA CREDIBILISSIMA PER CHI COME NOI HA VISSUTO GLI ANNI ‘90 COME UNA SCORPACCIATA DI AVVENTURE CALIFORNIANE IMBEVUTE DI BUONISMO E TAGLI DI CAPELLI A FUNGHETTO CON LA RASATURA SOTTO.
QUINDI CI STAVA TIRANDO UN BIDONE, VABBO’ PENSAMMO, CI RAGGIUNGERA’ PIU’ TARDI.
È GIOVANE, TINTO DI BIONDO, BUTTERATO E SOVRAPPESO, È CONCEPIBILE.

COL CAZZO LO SENTII SOBRIO DUE GIORNI DOPO, L’AVEVANO RECUPERATO DEI VOLONTARI DI GREENPEACE MENTRE TENTAVA DI ACCOPPIARSI CONTRO NATURA UN PESCATORE DI FRODO NORVEGESE INTENTO A PESCARE GRANCHI GIGANTI A LARGO DELLE ISOLE SVALBARD.
TUTTORA È IN CAUSA COL PAESE SCANDINAVO PER LA CUSTODIA DEL PICCOLO MENDEZ FIGLIO NATO DALL’INCESTUOSO RAPPORTO IN QUEL DEL CIRCOLO POLARE ARTICO.
CONSIGLIO: NON MANGIATE MERLUZZO A CASA SUA, NON STRINGETEGLI MAI LA MANO E SOPRATTUTTO NON SALUTATE IL PARGOLO O PER COLPA DELL’IMPRINTIG SBAGLIATO VI CREDERÀ SUA MADRE E CHIEDERÀ PESCE VOMITATO A TUTTE LE ORE SENZA LASCIARVI SCAMPO.

LA SERATA PRENDE UNA BRUTTA PIEGA QUANDO, SALENDO DALLA DISCESA CHE PORTA AL LOCO DELLA NOSTRA ESIBIZIONE, SEGUENDO LE INDICAZIONI DEL GESTORE NERD “VENITE, VENITE ALT… XHCUETRHRBR (PAROLA IN DIALETTO INCOMPRENSIBILE PER NOI VICHINGHI) BUM! VE L’HO DETTO IO…” FORAMMO UNA RUOTA DELLA MITICA “RODEO MOBILE“… CAZZO!!! INIZIAMO BENE, SEI BIRRE E UNA VENTINA DI MINUTI: TUTTO E’ APPOSTO, NEANCHE I MECCANICI DELLA FERRARI SAREBBERO STATI COSI’ VELOCI, DOVREMO VIAGGIARE CON IL RUOTINO DI SCORTA= VIAGGIARE A MENO DI 80 ALL’ORA… MERDA!!
LE PALLE GIRANO A TURBOELICA.
MHHH IL PADRONE DEL LOCALE MI STAVA SEMPRE PIÙ SUL CAZZO.
MALEDETTO BUDDY HOLLY DEI MIEI COGLIONI.
QUALCHE COSA DI SINISTRO SI SENTIVA NELL’ARIA.
ERA UN COGLIONE E IO NON MI SBAGLIO MAI.
E NON MI RIMANGIO MAI LA PAROLA.
NON CAMBIO MAI IDEA.
ARRIVIAMO AL LOCALE GONFI DI PIZZA E BIRRA E UN PO’ GIRATI DI COGLIONI PER LA RUOTA FORATA… IL POSTO E’ ANCORA DESOLATAMENTE VUOTO, ALLORA NOI RICOMINCIAMO A RIEMPIRCI DI BIRRA.
ARRIVANO AMICI DEL POSTO CHE SUONANO IN GRUPPI SFIGATI COME IL NOSTRO CHE NON RAGGIUNGERANNO NULLA E CHE HANNO COME PASSIONE COMUNE IL PERDERE TEMPO IN MANIERA ABBONDANTE E HANNO FATTO DELLE OCCASIONI PERSE UNA RAGIONE DI VITA.
SI BEVE PARLANDO DI COSE CHE NON SI FARANNO MAI PER COLPE DA ATTRIBUIRE A PERSONE VARIE FACENDO GARA A CHI TOGLIE FUORI SCUSE MENO CREDIBILI.
TUTTO CIÒ CI CONFORTA, IN UN’ALTRA VITA SAREMMO STATI VINCENTI E AVREMMO PORTATO A TERMINE TUTTI I NOSTRI OBIETTIVI SENZA PERDERE TEMPO E COL MASSIMO RISULTATO. MA CHE NOIA.
UBRIACHIAMOCI.


Nelle diapositive : a) Il pescatore di granchi, uno dei lavori più pericolosi dopo il guardialinee nel campionato Serbo
b) Vai Brian un altro fine settimana che anche noi come te non ricorderemo!
c) L’aspetto che si ha la domenica mattina mentre si ritorna a casa dopo una serata alla grande
d) Saddam quella sera ha avuto più sfiga di noi
e) Joe e Gigio sfoderano un nuovo taglio di capelli che andrà di moda quest’estate
f) Clima temperato quando passi vicino a Campeda d’inverno

ANCHE SE VEDIAMO DOPPIO IL VUOTO RIMANE VUOTO, ALMENO SINO AD UNA CERTA ORA,INTORNO ALLE 22 DOVE ARRIVA UNA MASNADA DI GENTE.
GLI ALTRI POSTI INIZIANO A CHIUDERE QUINDI IL BESTIAME SI SPOSTA.
PERFETTO, DOPO UN PO’ L’OCCHIALUTO GESTORE (CON UNA FACCIA SEMPRE PIÙ DEL CAZZO) CI DA’ IL VIA, PUNK ROCK A TUTTO MOTORE, LA GENTE BEVE  DI BRUTTO E NON CI CAGA DI STRISCIO, ANZI DI PIU’.
SUONIAMO LO STESSO, SCARRELLIAMO TUTTA LA DISCOGRAFIA, NON SAZI CI SPARIAMO UN BEL PO’ DI COVER TERRIFICANTI, SUONATE PEGGIO DEL DOVUTO PER RIUSCIRE ALMENO A SMUOVERE UN PO’ DI DISGUSTO NELLA PLATEA… E PROPONIAMO ALTRE CANZONACCE ORAMAI INSOPPORTABILI.
CI ACCORGIAMO MENTRE SUONIAMO LE NOSTRE CANZONI PIU’ABBESTIA CHE GLI AUDITORI NON CI CAGHEREBBERO NEANCHE SE CI METTESSIMO FUOCO COME DEI BONZI VIETNAMITI, INFATTI SONO TUTTI GIRATI DALLA PARTE DEL TELEVISORE MENTRE IL TG MOSTRA LE IMMAGINI DELLA CATTURA DI SADDAM.
MA CHE CAZZO DI POSTO E’ QUESTO? MA SIAMO TRASPARENTI COME IL VETRO?
MA NOI SIAMO PROFESSIONALMENTE IMBECILLI, CONTINUIAMO AD URLARE E DIMENARCI COME SCIMMIE URLATRICI PSICOPATICHE NEL DISINTERESSE GENERALE.
ANCHE GG ALLIN TUTTO CAGATO, PISCIATO, COL MICROFONO IN CULO AVREBBE FATTO LA FIGURA DELLE TENDE COLOR CACHI NELLA CUCINA DI UNA ZIA DI UN PAESE DEL CAZZO CHE HAI VISITATO DA PICCOLO.
NON SE LE RICORDA NESSUNO.
NEANCHE TU.
ERANO COLOR CACHI? BEGE?

CHE SERATA DEL CAZZO. CHE SCENA SURREALE, VABBO’ CI SIAMO ABITUATI, NON C’E’ MAI LIMITE AL PEGGIO.
DOPO DUE ORE E MEZZO SALUTIAMO TUTTI I PERSONAGGI IMPAGLIATI DAVANTI A NOI CHE NON APPLAUDONO PER NON POGGIARE I BICCHIERI SUL TAVOLO NON SI SA MAI CHE SI ROMPANO, DEPONIAMO LE ARMI, BANDIERA BIANCA, SEMBRAVA DI SUONARE IN SALETTA, MHHH A PENSARCI ANCHE PEGGIO, ALMENO DI SOLITO C’E’ QUALCHE NOSTRO AMICO SBRONZONE AD ASCOLTARCI.
SMETTIAMO DI SUONARE NELLA COMPLETA NONCURANZA GENERALE.
SIAMO INUTILI QUANTO I PELI SULLE DITA DEI PIEDI.
UN TIZIO CI SI AVVICINA NEL BAGNO E CI RINGRAZIA PER AVER SCOVATO SADDAM, LO RINGRAZIAMO CON UN ABBRACCIO CON LE MANI PISCIATE.
C’ERANO DELLE FIGHETTE MICIDIALI INFILATE IN VESTITI INFELTRITI CHE SEMBRAVANO SCOPPIARE DA UN RESPIRO ALL’ALTRO, UNA MI CHIEDE IL NUMERO DI TELEFONO, QUELLO DI SADDAM.
CI AVVICINIAMO AL BANCONE DEL BAR CON UNA BIRRA IN MANO E UN ASCIUGAMANO INTORNO AL COLLO COME ELVIS NEGLI ULTIMI CONCERTI A LAS VEGAS MA PURTROPPO PER NOI MENO SCONVOLTI DEL RE, IL GESTORE CI DICE “BEH RAGAZZI, PERFETTO ADESSO DOPO LA PAUSA MAGARI FATE QUALCHE COVER IN PIU’ CHE MI SONO PIACIUTE“.
LE CASCATE DEL NIAGARA ‘SI SON FERMATE PER UN ATTIMO. HO SENTITO CADERE UN ALBERO NELLE FORESTE DEL BORNEO. TUTTO SBAGLIATO.
LO GUARDIAMO COME SI GUARDA UNO CHE GIRA COL CAPPOTTO E SCIARPA IN SPIAGGIA IL 15 DI AGOSTO A MEZZOGIORNO …E SORRIDENDO GLI DICIAMO: “NO, AMICO, ABBIAMO FINITO, SONO LE DUE, ABBIAMO INIZIATO ALLE 11 E MEZZA“, IL TIZIO CAMBIA FACCIA, BORBOTTA QUALCOSA IN DIALETTO E CI DICE: “COME? …STATE PER ANDARE VIA?“…”NO, NO, RAGAZZI LA GENTE INIZIA AD ARRIVARE NEL LOCALE ADESSO, DOVETE CONTINUARE A SUONARE, EH!!!“.
QUA NON CI SIAMO PROPRIO.
MINCHIA LA SOLITA STORIA, TESTE DI CAZZO DI GESTORI… GLI SI DICE CHE  CHE NON SIAMO I BON JOVI ANCHE SE VORREMMO ESSERLO,  ABBIAMO FATTO IL NOSTRO DOVERE  E BASTA, CAZZO MA CHE CAZZO VUOLE? UNA BOTTIGLIA DI CHATEAU LE BLANC DEL ‘56 A TEMPERATURA AMBIENTE? I BISCOTTI DI NONNA E PURE UNA FETTINA DI CULO AL SUGO?
MA PERCHÉ NON SIAMO DEGLI JEDI?
CON UN GESTO GLI AVREMMO SCHIACCIATO LA TESTA, FATTO VOLARE SINO A MONTELEPRE, SCARAVENTATO A CASINO.
SÌ AL PERIODO FACEVAMO MOLTE MALEDETTISSIME COVER, AVEVO GIÀ RIMANDATO DENTRO IL VOMITO PIÙ DI UNA VOLTA DURANTE L’ESIBIZIONE PER NON INNONDARE DI BOMBO I PRESENTI FIN DALLE PRIME NOTE DI “GREAT BALLS OF FIRE”.
INVECE NO, INIZIAMO A SMONTARE GLI STRUMENTI, IL TIPO GIRA LE SPALLE, INCAZZATO E CHIAMA UN AMICO GROSSO, MOLTO GROSSO, CHE CI SI AVVICINA CON FINTA CORTESIA, UNA FACCIA DA CAPODANNO DA MATTE RISATE A SEBRENICA E BRINDISI DENTRO I TESCHI.
CI RENDE PARTECIPI DI UN ALITO ALL’ODORE DI SAMBUCA FORTISSIMO E UN ITALIANO STENTATO CHE AVREBBE FATTO APPARIRE CASSANO UN LUMINARE DELL’ACCADEMIA DELLA CRUSCA.
ERA COPERTO DI TATUAGGI RIDICOLI CHE RICORDAVANO SCRITTE OSCENE NEI BAR DEGLI AUTOGRILL.
BATTENDOSI IL PETTO E DISEGNANDO UN MAMMUTH SULLLA PARETE CI DICE CHE DOBBIAMO RIPRENDERE A SUONARE. ENTRO LA TERZA LUNA.
ALMENO COSÌ SI FACEVA A RAPA NUI.
SENNÒ UOMO MORTO SESSO DINOSAURO COPROFAGIA TATUAGGI CON ERRORI DI ORTOGRAFIA SUL CADAVERE.

NON SE NE PARLA PROPRIO, CARICHIAMO LA SBAGASSO MOBILE, LA POVERA MACCHINA CHE CI HA PORTATO SINO A QUESTO POSTO DIMENTICATO DA DIO E DAI SANTI, GOLF WOLKSVAGEN CHE OGGI CAZZO E’ PURE ZOPPA POVERA BIMBA, PORCA PUTTANA,  SCENDIAMO NEL BAR SOTTERANEO PER PRENDERE I SUDATI SOLDI.
INTANTO IL NERBORUTO AMICO DEL GESTORE INIZIA A APPUNTIRE UN PEZZO DI SELCE PER FARNE UNA PUNTA DI LANCIA, MENTRE UN SUO AMICO SCHEGGIA UN PEZZO DI OSSIDIANA PER FARNE UN POSACENERE.
“STASERA MANGIARE SASSARESI ALLA GRIGLIA”
DOBBIAMO FARE IN FRETTA.
VOGLIONO PREPARARE LA CENA PER GIORGIO A. TSOUKALOS E LA SUA BANDA DI ANTICHI ASTRONAUTI CHE LORO ATTENDONO PER AVERE IN RICAMBIO UN’EVULUZIONE O DEGLI UTENSILI AVANZATI COME IL CONDIZIONALE.
SATANA DOVE SEI QUANDO TI CERCANO?
COSA NON FACILE, IL PRIMA PLACIDO GESTORE ORA E’ FURENTE COME UN LEOPARDO CHE HA PRESO UN CALCIO NEI COGLIONI, UN MONDEZZINO CHE HA PERSO IL CAPELLINO O CHI SBAGLIA UN CRUCIVEBA CRITTOGRAFATO E NON PUÒ TORNARE INDIETRO.
IL NERD NON CI VUOLE PAGARE, CAZZO DICE CHE CI DARA’ IL PATUITO SOLO SE RIPRENDIAMO A SUONARE, (CIOE’ SECONDO QUELLA TEIERA PIENA DI PISCIO CHE HA AL POSTO DELLA TESTA NOI DOVREMMO SCARICARE LA MACCHINA, RIPIAZZARE TUTTA LA STRUMENTAZIONE E RIPRENDERE A SUONARE ALMENO SINO ALLA MORTE DEI PRESENTI) CI GUARDIAMO E CAPIAMO CHE CI VUOLE UNA STRATEGIA D’USCITA GENIALE CHE IN CONFRONTO “FUGA PER LA VITTORIA” SEMBRI UNA GIORNATA DI “FERIA” A SCUOLA (SEGA O VELA COME CAZZO LA CHIAMATE VOI).
MA PERCHÈ CAZZO LA BOMBA ATOMICA NON L’HANNO BUTTATA AL CENTRO DELLA NOSTRA PICCOLA ISOLA? AVREMMO PERSO QUALCHE COGNOME MA AVREMMO GUADAGNATO UN ATOLLO.
E SPAZIO.
DANNATE MAMME DEGLI ANNI ‘70 NON BASTAVA UNA SEGA A VOSTRO MARITO QUEL SABATO?
NO VOI AVANTI, A DIVERTIRVI. PER NON SPRECARE UN FAZZOLETTINO.
ED ECCO UNA GENERAZIONE DI GESTORI DI LOCALI CHE PER GESTIRE LA LORO DIPENDENZA DALLE SOSTANZE PSICOTROPE DEVONO ANGARIARE MUSICISTI FALLITI E DISGRAZIATI.
PSEUDOMUSICISTI, PARDON.
“QUA HA SUONATO UN GRUPPO PUNK CHE ANCHE SE FACEVA CASINO HA SUONATO PER QUATTRO ORE
BEN PER LORO, QUANTITÀ, QUALITÀ NON POSSONO ANDARE SEMPRE DACCORDO.
CHI DICE CHE PER SUONARE PUNK BISOGNA ESSERE ASINI, FARE SCHIFO, SBAGLIARE, CHE SCUSE SONO.
SI SUONA PUNK ROCK PER RIABILITARE IL NOME DEL PUNK ROCK ROVINATO DA IMBECILLI CHE SE NE FREGIANO PER CELARE LE LORO POCHE QUALITÀ CREATIVE.
SE SUONI MALE E SCRIVI MERDA SARÀ DATA DALLA TUA POCHEZZA DI SENSIBILITÀ UMANA ATTA ALLA CREAZIONE DI MELODIE. CHE SIANO PUNK O NO.
OK DOPO QUESTA DIVAGAZIONE FILOSOFICA SUL PUNK ROCK NEL MENTRE CI VIENE UN’IDEA MICIDIALE, GLI SI PROMETTE UNA SERATA GRATIS IL 3 GENNAIO, IL TIPO TENTENNA, L’IDEA DI POTERCI GUADAGNARE DUE VOLTE LO SOLLETICA, DICE CHE CI DARA’ SOLO LA META’ DEL PATUITO, GIGIO RIMANE A CONTRATTARE CON IL TIPO INSIEME AL DRUMMER TONY LUCCHI, IO SALGO IN MACCHINA E METTO IN MOTO.
E’ STATA BUONA L’IDEA DI FARE LEVA SULL’AVIDITA’ DEL GESTORE DI LOCALE, CHE COME SI SA’ COME TUTTI I GESTORI DI LOCALI VORREBBE FARTI SUONARE COME UN IDEMONIATO SINO AL GIUDIZIO UNIVERSALE, GRATIS E POSSIBILMENTE CON UNA PLATEA INFINITA DI BEVITORI CHE CONSUMA INFINITE BIRRE.
SINO ALLA FINE DEI TEMPI.
AMEN.
INTANTO IL LOCALE SI RIEMPIE A BOTTO, SEMBRA CHE TUTTI GLI ABITANTI DEL CAMPIDANO VOGLIANO VEDERE I RODEO CLOWN “DAL VIVO”, TUTTI HANNO TRASFORMATO LA LORO BOCCA IN UN LAVANDINO INFERNALE SENZA POZZO E MANDANO BIRRE SOLO PER SENTIRCI DIRE “MAGNA CAURA E PICCA BABBU” CON UN VERO ACCENTO VICHINGO.
MA SE RIMANIAMO A DISCUTERE CON IL GESTORE E I SUOI AMICI DALLA FRONTE BASSA E CRANIO SPESSO MI SA TANTO CHE VEDRANNO I RODEO CLOWN “DAL MORTO” O “STECCHITI”, O AL MASSIMO VEDRETE LE LORO TESTE IMPALATE ALL’INGRESSO DEL VILLAGGIO, COME DI SOLITO SI USA FARE IN QUESTE LANDE AGLI OSPITI TALMENTE GRADITI DAL NON VOLERLI PIÙ FAR TORNARE AI LORO LIDI NATII.
ALLA FINE ARRIVA AENCHE IL FAMOSO BASSISTA SOVRAPPESO DEL GRUPPO PUNKROCK DEL PAESE, IL NOSTRO IMPRESARIO PRATICAMENTE.
BRIAN EPSTEIN REDIVIVO.
SE I BEATLES AVESSERO AVUTO LUI INVECE CHE LA BUONANIMA DI BRIAN SAMUEL AVREBBERO SUONATO FISSI AL “BIDDA BUDDHA BAR” INVECE CHE AL CAVERN.
IL NOSTRO EROE HA GLI OCCHI IN GLORIA COME SE AVESSE VISTO GESÙ CRISTO DI PERSONA SU CHATROULETTE O SANTA ELISABETTA IN CONCERTO; CI CHIEDE SE DOBBIAMO INIZIARE A SUONARE, GLI DICO DI COMPRARSI UNA SVEGLIA E UN CALENDARIO DELL’ANNO CORRENTE, BEATO LUI CHE VIVE NEL SUO MONDO DI PANNA COTTA.
MENTRE IL NOSTRO PANZUTO AMICO SI ALLONTANA PENSANDO FRA SE E SÉ  DEL FATTO CHE L’UOMO ERA ARRIVATO SULLA LUNA A SUA INSAPUTA, SI AVVICINA AL GESTORE PER RIUSCIRE A PIAZZARE UNA SERATA AI QUEEN, A QUANTO PARE SECONDO LE VOCI DEI FOLLETTI CHE SENTE DI NOTTE SI SONO RIFORMATI.
FREDDIE È STATO SOSTITUITO DA UN PESCATORE NORVEGESE CON UNA ESTENSIONE VOCALE E RETROPERINEALE NOTEVOLE (IL MARITO DEL NOSTRO MANAGER).
IL PICCOLO MENDEZ TUTT’ORA ABITA NEL BAR DOVE SUONAMMO, È CRESCIUTO A SUON DI PESCE VOMITATO STILE PINGUINO, FONDINI DI BIRRA, ARACHIDI E ALSAZIANI (IL FIGLIO NATO DALLA TURBOLENTA RELAZIONE).
MA NEL MENTRE SUCCEDE TUTTO QUESTO: GIGIO TRA UNA PERSONA CHE SI ACCAVALLA AD UN’ALTRA RIESCE AD ACCIUFFARE IL MALLOPPO, TONY AGGRANFA TRE BIRRETTE AGGRATIS, IO SPARO UNO SCORREGGIO DI PROPORZIONI APOCALITTICHE AL SAPOR DI CHERNOBYL DANDO LA COLPA A QUALCHE INNOCENTE CHE VIENE VESSATO DI IMPROPRERI, MENTRE IL GESTORE CERCA DI TRATTENERLO INSIEME AL NERBORUTO AMICO SAMBUCOSO A CAVALLO DI UN RINOCERONTE PELOSO CHE VIENE BLOCCATO AL BANCONE DA UNA FOLLA ASSETATA DI LUPPOLO, MANI SI INCASTRANO NEI PERTUGI DELLE CARNI, DITA S’INFILANO NEGLI ORIFIZI, COME UNA RAGNATELA UMANA LA CALCA BLOCCA I DUE IMBECILLI INFILZANDOLI COME POLLI ALLO SPIEDO O MEGLIO IN UNA FESTA A SORPRESA CON ROCCO SIFFREDI, TANTI SUOI AMICI E TUA NONNA.
UNA SCENA CHE FAREBBE IMPALLIDIRE IL LAOCOONTE E I SUOI FIGLI O TRENTA INDIANI DENTRO UNA TATA NANO IN UN INGORGO A NUOVA DELHI ALL’ORA DI PUNTA.
IL GESTORE A URLA DISUMANE SIA IN ITALIANO CHE IN LINGUE INVENTATE DICE CHE DOBBIAMO CONTINUARE A CONTRATTARE LA FANTOMATICA SERATA GRATIS DEL 3 GENNAIO, CERTE COSE NON GLI SONO CHIARE, EH EH EH!!!
STI CAZZZZ.
MA ORAMAI E’ TROPPO TARDI I RODEOS SONO GIA’ IN MACCHINA E A TUTTO GAS (SOTTO GLI 80 Km ALL’ORA) VERSO LA STRADA PER ALPHA CENTAURI E CON UN “VAFFANCULOFIGLIODIPUTTANANANADELCAZZO” CORALE STILE QUEEN DI “BOHEMIAN RHAPSODY” SALUTANO IL LOCALE E LA SERATA DEL CAZZO… FZZZZ… BIRRETTE, BRINDISI. DING! SALUTE! CASSETTE COI SUCCESSI DI SANREMO DELL’89 SPARATE A BOMBA.
…E L’ABBIAMO FATTA LA SERATA GRATIS IL 3 GENNAIO.
CERTO.
MANCO PER SOGNO.
SI MORMORA CHE IL TIPO CONTINUI A DIRE IN GIRO CHE GLI DOBBIAMO UN CONCERTO.
INTANTO EGLI CIUCCIA AMARO.
CIAO.


Nelle diapositive : a) Alsaziani, base di ogni imbriagghera multivitaminica
b) La stuazione era veramente infgarbugliata
c) L’intellettiuale amico del barista
d) Fausto Leali ed Anna Oxa trionfano al Festival 1989, e Fausto quella sera una mina non se l’è tirata.. no no
e) Il gestore del circolo si assomigliava a questo individuo che ha fatto del talento sprecato una ragione di vita
f) Non so se ieri sera mi hanno riaccompagnato gli antichi astronauti, ma so di sicuro che fanno delle bombe cocktails! (Giorgio A. Tsoukalos)

BACK TO CHIAGLIARI, “MÌ NUN FEDDI L’ASCAMO CUMENTI A LU VINTAAAAGE”, PASQUETTA RANDAGISSIMA DI IRON HARBOR, LO SPETTACOLO DELLA NATURA SCONVOLTONA SU NATIONAL GEOGRAPHIC CHANNEL

26, Apr, 2012

IL MESE DI APRILE SEGNA IL RITORNO LIVE DEI RODEOS IN TERRA NATIA.
PARTE TUTTO CON UN GRANDE LIVE AL LINEA NOTTURNA A CAGLIARI, GRAZIE ALL’ORGANIZZAZIONE DI MIKI DEI PADRINI, PERSONAGGIO MICIDIALE CHE SALVANDOSI DA UN SABATO A BOTTO E L’ALTRO PEGGIO CI PIAZZA UN LIVE.
SI DIVIDE IL PALCO CON I THE MADE IN INDONESIA (Oui Je suis mignotta) ‬PUNKROCK RANZIGU DAL MEDIO CAMPIDANO, ANCHE LORO ATTIVI DA PIÙ DI UN DECENNIO CON I QUALI CONDIVIAMO L’ANONIMATO, LA PASSIONE SFRENATA PER I PITTORI FRANCESI E L’ALCOLISMO, MA SOPRATTUTTO LE FIGURE DI MERDA A RIPETIZIONE COLLEZIONATE NEGLI ANNI SU I PEGGIORI PALCHI DI QUESTO SASSO SPERDUTO IN MEZZO AL MEDITERRANEO.

SI SUONA DI MERCOLEDÌ COME NELLE MIGLIORI TRADIZIONI DEL CAPOLUOGO REGIONALE. CITTÀ UNIVERSITARIA DAL WEEKEND POSIZIONATO A METÀ SETTIMANA PER UNA SERIE DI COINCIDENZE ASTRONOMICHE BASATE SULLE TEORIE DELLE POPOLAZIONI MAYA CHE ABITAVANO PRECEDENTEMENTE LA ZONA PRIMA DI SPOSTARSI NEL CONTINENTE AMERICANO CON MASSIMO CELLINO.

APPENA SBARCATI CHI DA UN AEREO DELLA RAYNAIR, CHI DAL DIVANO E DA UNA PARTITA ALLA PLAYSTATION A FIFA 2012, CHI APPENA SCESO DAL LETTO CON GLI INCUBI DA VINO + PEPERONI = TNT, CI BUTTIAMO DIRETTAMENTE SU I PRODOTTI BOLLENTI E FORMAGGIOSI A UN EURO DELLA PIZZERIA CASTEDDAIA APPENA DI FRONTE AL LOCALE, PARTE LA PRIMA SCARICA DI BIRRINI.
L’ULTIMA VOLTA CHE AVEVAMO CALCATO I PALCHI DI CASTEDDU CITY ERA STATA UNA COMPLETA WATERLOO, SEDICI PERSONE PRESENTI, COMPRESA LA VECCHIA BARISTA BALDRACCA CHE GIUSTAMENTE CI INSULTAVA PER LA POCA AFFLUENZA DI PUBBLICO.
AVEVA RAGIONE, IL LAVORO DELLO STAFF DEL LOCALE PER PUBBLICIZZARE LA SERATA ERA STATO IMMENSO, ERANO CON NOI CON IL PENSIERO MENTRE ATTACCAVAMO LE LOCANDINE E ROMPEVAMO PIETOSAMENTE I COGLIONI A AMICI E CONOSCENTI PER PASSARE AL POSTACCIO.
LA SERA MENTRE NOI SUONAVAMO NEL VUOTO COSMICO INTERSTELLARE CHE DIVIDE MARTE DALLA TERRA, IL PADRONE DEL LOCALE ERA ARRIVATO INTORNO ALLE VENTITRÈ CON ALTRI DUE PERSONAGGI SULLA CINQUANTINA, BRIZZOLATI E PAONAZZI, FATTI A BOTTO DI COCA CON DEI GIUBBOTTINI DI PELLE MESTAMENTE APERTI SUL DAVANTI PER LA PANZA PROMINENTE.
ERA ANDATO NEL RETRO SENZA MANCO FARE UN CENNO, C’ERANO COMBATTIMENTI COI CANI DA ORGANIZZARE, UN COLPO DI STATO IN SUDAMERICA DA FINANZIARE E IL LIME PER I COCKTAILS DA ORDINARE, CHE ERA FINITO.

MA LASCIAMOCI IL PASSATO ALLE SPALLE, RITORNANDO ALL’ANNO CORRENTE E AL CONCERTO COI THE MADE IN INDONESIA, DUE RISATE, DUE PIZZE E DUE BIRRETTE E SI PARTE A SUONARE CON I VIDEO DI SKATEBOARD CON VECCHIE GLORIE DELLA TAVOLA A ROTELLE COME NATAS KAUPAS E MARK GONZALES PROIETTATI ALLE NOSTRE SPALLE.
TUTTO QUESTO CI DA LA FORZA CALIFORNIANA E BIONDA DEL ‬PUNKROCK TUPPARUTTUPATUPPA, SUBITO GENTE FUSA CHE BALLA GRAZIE ALLE PROPRIETÀ MOTORIE DONATEGLI DAL DIO BACCO MEDIANTE INFUSI AROMATICI TRA TUTTI SPICCANO DELLE SPECIAL GUEST D’ECCEZIONE, COME LEMBO NOTO “LEGGEND” (sì, con due gi) PERSONAGGIO INQUIETANTE DELL’UNDERGROUND “CHIAGLIARITANO” DAL SORRISO JOKERIANO E DAL VOCABOLARIO PARTICOLARE COMPRENDENTE UNA VARIANTE TUTTA SUA DELL’INGLESE.
SI ESIBISCE NELLA SUO PERSONALISSIMO “BALLO AVVERTICALE” E IN UNA SERIE DI SCATTI DA SAFARI FOTOGRAFICO CON OGNI PERSONA PRESENTE ALL’INTERNO DEL LOCALE.
OGNI IMMAGINE PORTA IL SUO INQUIETANTISSIMO E INIMITABILE SORRISO “LEGGEND”.

MA TORNIAMO A NOI, NESSUN LOCALE PUÒ VANTARE UNO SPOT PER SKATEARE ALL’ESTERNO COSÌ SUPERPOWER.

QUINDI ALLA FINE DELLA SERATA CARICATO TUTTO IN MACCHINA NON CI SI PUÒ ASTENERE DALL’AVVENTARSI SUGLI SCALINI TROOOPPO “CALIFORNIA” DELL’ESTERNO DEL LOCALE.
NON POSSIAMO ESIMERCI DA UN NOSE SLIDE SU MURETTI CHE SEMBRANO POSIZIONATI DA ARCHITETTI CALIFORNIANI.
LA NOSTRA SCHIENA DA EX-GIOVANI CHIEDE PIETÀ MA NON CI POSSIAMO FARE NIENTE NON SI PUÒ BLOCCARE LA DIPENDENZA DA SKATEBOARD.
PIANO PIANO RIUSCIAMO A TORNARE A CASA CON VARIE PAUSE N VIA CRUCIS PER URINARE, STRETCHING, RICERCA DI UFO.
DORMIRE E SOGNARE DI FARE IL ARTI MARZIALI, NON AVENDONE MAI FATTO IN VITA TUA, SKATEARE E OLLARE 100 SCALINI, SALVARE TUTTI DA UNA GUERRA TERMONUCLEARE E ASSOMIGLIARSI A NICOLAS CAGE O ALMENO AVERE IL SUO TAGLIO DI CAPELLI PEGGIORE.
TUTTI DELIRI ONIRICI DA DISOCCUPAZIONE, SVEGLIARSI COL PIGIAMA CONTRARIO E AVERE PAURA DI DARSI SPIEGAZIONI.
CREDO NEGLI X-FILES


Nelle diapositive : a) Miki dei Padrini, Lembo, Salvia e alcool q.b. gli ingredienti di una serata “LEGGEND”
b) La locandina dell’evento mondano al Linea Notturna a Chiagliari
c) Il professional skateboarder Mark Gonzales non ha mai stupito per le sue qualità di avvenenza fisica o di sobrietà metale
d) Lembo e Gigio in una gara di sorrisi “LEGGEND”
e) Nicolas Cage alle prese con una marmotta in testa o uno dei suoi peggiri tagli di capelli
f) Massimo Cellino ti saluta da lontano prima di ripartirsene a Miami

CI ASPETTA IL SABATO A SASSARI, IL RITORNO AL VINTAGE CON CADENZA STAGIONALE PER IL RITORNO IN CASA, I VOSTRI RODEO CLOWN STAVOLTA LIVE CON I PADRINI, I PALADINI DEL ‬PUNK ROCK AMERICAN “LEGGEND” (sì. sempre con due gi) PER UNA SERATA BELLA COLMA DI VOLGARITÀ, MUSICA INVENTATA, PESSIMI TAGLI DI CAPELLI E ALTRE SCHIFEZZE.
IL GIORNO PRIMA DI PASQUA CI TOCCA SANTIFICARE LE FESTE CERCANDO DI RALLENTARE LA RESURREZIONE DEL SIGNORE GESÙ A SUON DI ‬PUNK ROCK CAFONE.
I PADRINI AL RITORNO IN TERRA TURRITANA DOPO PIÙ DI UN ANNO E DOPO LA DOCCIA DI BIRRA ARRIVATA IN UN NOTO CIRCOLO ALTERNATIVO DELLA CITTÀ.
DURANTE L’ESECUZIONE DI UNA DELLE LORO INDIMENTICABILI “HITS” UNA SIGNORINA APPENA ARRIVATA DA UNA COMUNITÀ HAMISH, RITENENDO VOLGARI E MASCHILISTE LE FRASI CONTENUTE NELLA CANZONE “LA SOLITA SCUSA” APOSTROFAVA I ‬PUNKROCKERS CAGLIARITANI CON IRRIPETIBILI APPELLATIVI E CONDENDO IL TUTTO CON LANCIO DI BIRRA ALL’INDIRIZZO DI QUESTI.
TUTTO CIÒ HA SHOCKATO TALMENTE TANTO MIKI E SOCI CHE NEL TEMPO SUCCESSIVO AL SUDDETTO LIVE HANNO DEDICATO IL TEMPO LIBERO NON SOLO NEL COMPORRE RIME MENO VOLGARI MA NEL FREQUENTARE CIRCOLI DI BON TON NEI PARCHEGGI CHIC DI “SAN MICHELE” A CHIAGLIARI.

BEH DAL SOUND CHECK SEMBRAVA TUTTO BENE.
STO CAZZO.
SI PARTE, LA GENTE C’È, MEZZA CANZONE E SUCCEDE DI TUTTO:
VAI CON I SUONI IMMONDI, UNA CASSA CHE ANDAVA E VENIVA, LE NOSTRE VOCI DA MACACHI SPAZIALI, I MICROFONI CHE ANDAVANO A FARSI UN GIRO E TORNAVANO, CAMBI TATTICI DI DISTORSORI E CAVI PERITI CON GLORIA SUL PALCO.
TUTTO SUONAVA COME UN FRULLATORE A IMMERSIONE MINIPIMER CHE TRITA PINOLI, BASILICO, AGLIO, OLIO E SALE QUANTO BASTA.
AMPLIFICATO A MANETTA. IN MONO. OGNI TANTO IN STEREO.
CARO PERU MI SA CHE BISOGNERÀ CAMBIARE IMPIANTO DEL LOCALE.
E CARI RODEOS DOBBIAMO PORTARCI IL NOSTRO, NON È NUOVO MA ALMENO FUNZIONA.
GENTE CHE SI TAPPA LE ORECCHIE CON LE BIRRE, CON UN SUONO PESSIMO LE NOSTRE FACCE SEMBRANO ANCORA PEGGIO.
VOCI CORRONO CHE ALCUNI IN PREDA ALLA DISPERAZIONE SI SIANO CAVATI GLI OCCHI COME EDIPO PUR DI NON GUARDARE LE NOSTRE FACCE DA FESSI.
QUALCUNO RIMANE INCREDULO E SBIGOTTITO DAVANTI AL PALCO PENSA L’IMPOSSIBILE, DI AVER VIAGGIATO NEL TEMPO GRAZIE A TANTA BIRRA MA ANCHE A QUELLO CHE SI ERANO SCIOLTI SOTTO LA LINGUA DURANTE IL TRAGITTO DALLA LORO TANA AL LOCALE. ERANO DUNQUE IN UN CONCERTO DEI RODEO CLOWN MA ALL’INIZIO DELLA LORO AVVENTURA, QUINDI FACEVANO SCHIFO ANCHE SE CE LA METTEVANO TUTTA.
COMUNQUE L’ABBIAMO FATTA, ABBIAMO PORTATO LA SERATA CASA E SIAMO SOPRAVVISSUTI, ERA DA TEMPO CHE NON FACEVAMO COSÌ SCHIFO.
COME SMETTIAMO DI SUONARE FINISCE IL LATRARE DI TUTTI I CANI DEL QUARTIERE CHE STAVANO IMPAZZENDO DAI FISCHI TALMENTE FORTI CHE UN ARBITRO NEL CAMPIONATO PORTOGHESE DURANTE LA PARTITA BENFICA-SAN GAVINAO DO CAMPOS HA ASSEGNATO TRE RIGORI.
DELLE PERSONE DISTINTE CON I CAPELLI DA JAZZISTI CI FERMANO E CI CHIEDONO UN AUTOGRAFO E CHIEDONO SE JOHN ZORN È NEI CAMERINI.
OH YES! GLI RUBIAMO IL BICCHIERE E ANDIAMO A CHIEDERE DI LA, FACENDOCI STRADA TRA SANGUE E TAPPI PER LE ORECCHIE ABBANDONATI DAGLI AVVENTORI DURANTE LA SERATA.
CONTINUIAMO DOPO SEDICI ANNI A FAR VERGOGNARE AMICI E CONOSCENTI, SUONANDO E NON SUONANDO.
SUBITO DOPO DI NOI SUL PALCO GRAAANDE PERFORMANCE A PANZA NUDA DEI PADRINI, CHE SENZA PUDORE MOSTRAVANO I LORO PELI SUPERFLUI, LA LORO ABBRONZATURA DA TROPICO DEL CAPRICORNO, BOTTI DI BIRRE, “DOPPIE” A GO-GO CHE TRADIVANO LE LORO ORIGINI MESSICANE, SIDRO E AMARO MONTENEGRO.
TRA UN PEZZO E L’ALTRO DI BUON‬ PUNKCAGLIARIFORNIANO CI RACCONTANO LA LORO VITA AVVENTUROSA, FATTA DI SOSTANZE PSICOTROPE E SURF, ABUSO DI ALCOLICI, VITA NEI BASSIFONDI DEL CAPOLUOGO REGIONALE E ALTRE COSE TOP SECRET, CHE LI HANNO FATTI DIVENTARE FARO E SPERANZA PER TANTI DISADATTATI.
I MAGNA CAURA E PICCA BABBU GRADISCONO LE STAR ‬PUNK ROCK DELLA “CHIAGHLIARI” MALE DEI PADRINI.
LE LORO BATTUTE DA CASERMA, LA LORO ABBRONZATURA DA MURATORI E TAGLIO DI CAPELLI IMPROBABILE DI MIKI ORMAI SONO UN MUST ANCHE QUA AL NORD.

PER LO MENO IL LATO GIUSTO DELLA FORZA CI MANDA BIRRE A QUANTITÀ MISURABILI SOLO IN DIMENSIONI OCEANICHE.
LA NASA CI FA UN CALCOLO E CI DICE TRAMITE UN RICERCATORE TRAVESTITO DA INDIE CON LE ALLSTAR CHE SU LA LUNA DI SATURNO IL LIVELLO DEL BIONDO LIQUIDO AVREBBE COLMATO TUTTA LA SUPERFICIE.
SIAMO CONTENTI DI AIUTARE LA RICERCA E SE POTESSIMO PAGHEREMMO PER UNA SETTIMANA DI BEAUTYFARM CON ANNESSO RICAMBIO DEL SANGUE STILE MICK JAGGER E KEITH RICHARDS MA SIAMO IN PERIODO DI PIENA AUSTERITY E QUINDI ANDIAMO AVANTI TENENDOCI I NOSTRI HANGOVER E I NOSTRI DOLORI POST SKATE DA NON PIÙ TEENAGER MA NEANCHE “TWENTAGER” (SEMMAI SI POSSA DIRE).
PER DOMANI CONDIVIDEREMIO CON FONZIE L’UFFICIO.
ASPIRAINA PLEASE TAKE ME HOME.

A QUANTO PARE MIKI E SOCI SON FINITI A BALLARE SU UN CUBO IN UN NOTO LOCALE TRISESSUALE DI GONNOSTRAMATZA, HANNO POI DONATO I LORO CORPI SOTTO SPIRITO AL MUSEO EGIZIO DI TORINO.
TUTTO QUESTO MENTRE NOI CERCAVAMO DI FAR CALMARE GLI ATTIVISTI DI GREENPEACE CHE ALL’USCITA DEL BAR VOLEVANO BASTONARCI CREDENDO (GIUSTAMENTE) CHE FOSSE COLPA NOSTRA DELLO SPIAGGIAMENTO DI BALENOTTERE ZEBRATE E DELFINI DALLA TESTA QUADRATA SUL LITORALE DI PLATAMONA.
LI MANDIAMO A DISCUTERE COL PADRONE DEL LOCALE.


Nelle diapositive : a) Locandina della serata del Vintage soggetto molto “vintage” come i componenti delle ripettive bands
b) I Padrini in barba al comune senso del pudore sfoggiano panze nude e tattoos mentre si danno al punkrock
c) Sembra un Serial Killer, in realtà è John Zorn
d) Caro Amaro Montenegro, quante belle serate passate in tua compagnia che non ci ricordiamo
e) Ecco cosa ci vuole per il tuo raffreddore, mal di denti, ceccio galattico da imbriagghera furibonda
f) Noi e Keith Richards, unica cosa in comune l’hangover superpower

CI TOCCA POI DI LUNEDÌ POMERIGGIO A PORTO FERRO PER L’IMMANCABILE PASQUETTA RANDAGIA: I RODEOS SUONANO INSIEME A MOLTE BAND, TRA TUTTE: 549, SHOGGOTH, UNA BAND CHE SUONA LE COVER DI MICHAEL JACKSON E UN’ALTRA CHE STUPRA “BORN TO BE WILD” DEGLI STEPPENWOLF OGNI ANNO.
DALL’ALTRA PARTE DELLA SPIAGGIA DJ SETS E RAGGAE ZONE PER I PASTICCOMANI.
QUALCUNO SURFA IN SOLITUDINE, QUALCUNO SI BEVE LA LEGITTIMA QUALCUNO SI FUMA L’IMPOSSIBILE, COMPLETA TUTTO UNA PASSATA DI ‬PUNKABBESTIA COI CANI, QUALCUNO HA ANCHE FIGLIATO RISPETTO ALL’ANNO SCORSO (PERSONE, CANI, SURFISTI).
OH YES!
APPENA ARRIVATI IL MITICO GIASCAMO DI SOSSU CI FA UNA RECENSIONE DELLA SERATA AL VINTAGE CON UNA RICHIESTA PER L’ODIERNA : “MÌ NUN FEDDI L’ASCAMO CUMENTI A LU VINTAAAAGE”.
CE LA DOBBIAMO FARE A PIEDI PERCHÉ LA DIVISONE D’ASSALTO DELLA COMPAGNIA BARACELLARE, CORPO DI ÉLITE PER LA LIBERAZIONE DEGLI OSTAGGI NEI BAR CON COMPITI DI MONITORAGGIO E TASK FORCE NELLE ARROSTITE HA BLOCCATO L’IGRESSO ALLE AUTOVETTURE.
COME UNA CAROVANA DI PROFUGHI ARRIVIAMO AL BARETTO SULLA SPIAGGIA, TUTTO CIÒ CHE VOGLIAMO C’È: BEL TEMPO, MARE, BIRRETTE, L’ATMOSFERA DA WOODSTOCK DEL DISCOUNT, IMMANCABILI RESIDUATI BELLICI DI OGNI MODA/TENDENZA/DISAGIO DEGLI ULTIMI 20 ANNI, RAGAZZE, RAGAZZE MEZZO NUDE, RAGAZZE QUASI NUDE, RAGAZZE CHE SI DOVREBBERO COPRIRE, ALTRA BIRRA, BUONA MUSICA.

COME IMMAGINAVAMO C’ERA GENTE TALMENTE A UNA MINA DA AVER FINITO ANCHE GLI AIUTI DEL PUBBLICO E LA TELEFONATA A CASA, TAGLI DI CAPELLI DIABOLICI, QUEST’ANNO IL TATTOO SUL CANE VA PER LA MAGGIORE COME FARSI UN FIGLIO PER AVERE ALTRA PELLE DA TATUARE.
UN ‬PUNKABBESTIA CON QUATTRO TAGLI DIVERSI DI CAPELLI PER PARTE DEL CRANIO MI CHIEDE UNA CARTINA, UNA CONSONANTE E UNA VOCALE PER COMPLETARE OGNI FRASE.
ANDIAMO ALLA GRANDE.
LA PAROLA DA COMPLETARE PER VOI DA CASA È NOVE VERTICALE, SETTE LETTERE, “STATO MESSICANO LA QUALE CAPITALE NONCHÉ CITTÀ PIÙ GRANDE È TUXTLA GUTIÉRREZ”.

SEMBRANO LE SCENE FINALI DI UNA BATTAGLIA DEL D-DAY, VICINO ALLA SPIAGGIA GENTE CHE BARCOLLA, TENDE CON QUALCUNO CHE AIUTA QUALCUN’ALTRO, LIQUIDO ROSSO (VINO) DAPERTUTTO, C’È CHI URLA, CI SONO QUELLI AI CANNONI.
POI SCIMMIE.
SCIMMIE DAPERTTUTTO, SCIMMIE AL BAR, GENTE CON SCIMMIE SULLE SPALLE, GENTE CHE PARLA CON SCIMMIE, SCIMMIE PARLANTI, QUALCUNO CHE PARLA DI SCIMMIE CON SCIMMIE.
SALVATE IL SOLDATO TARZAN.

CI PARTONO SUBITO SUBITO QUATTRO O CINQUE BIRRE DEMONIACHE CHE IL PRODE DJ TORE RADIO NOVA SEMPRE PRESENTE A QUESTI MONDANI EVENTI CULTURALI, SFODERA DA UNA SACCAFRIGO SENZA FONDO.
STIAMO COLLEGANDO LE VARIE SERATE PASSATE TRA UN PARCHEGGIO E L’ALTRO, ATTACCANDO LOCANDINE E ASCOLTANDO IL SECONDO DEI LED ZEPPELIN, RIAGGANCIO DEI COMPONENTI IN CORSO (E DELL’IMBRIAGGHERA).
IN QUESTO ASSOLATO POMERIGGIO DEL 1975 SI SOLLEVANO AEREI SUL VIETNAM, MUSICA DEI DOORS IN SOTTOFONDO.
PREVEDIAMO DOMANI MAL DI TESTA AL NAPALM.
SHOGGOTH, HEAVY METAL E BIRRE PER TUTTI.

SUONIAMO, DJ MERLINI E LU PROFETA, DUE GIOVANI ERASMUS PAKISTANI REGOLANO IL SUONO SUL PALCO…
MANDOLINO, BIRRE E SCIARPE LEOPARDATE STILE STEVEN TYLER.
ANCORA DI QUESTO PASSO E AVREMO LE SUE DITA DEI PIEDI MA NON I SUOI SOLDI.
MENTRE SUONIAMO SEMBRA DI VEDRE LE SCENE TAGLIATE DA “THRILLER” DI MICHAEL JACKSON, ZOMBIES CON LA FELPA SQUAQUARAQUATA DA BIRRA E OCCHI PESTI IN GLORIA COME QUELLI DA ESTASI DI SANTA ELISABETTA.
SUONIAMO “BORN TO BE A SURFER” CON I SURFISTI, MINI SURFISTI E MAI STATI SURFISTI.
GENTE APPESA SULLE TRAVI DEL PORTICO DEL BARETTO CHE CROLLERANNO SOTTO IL PESO DI PACHIEDERMI FUORI CORSO ALL’UNIVERSITÀ DURANTE L’ESIBIZIONE DEI 549.
QUALCUNO CI PASSA UNA BOTTIGLIA COL TAPPO IN SUGHERO CON DENTRO DEL VINACCIO, MEGLIO BERLO SUBITO PRIMA CHE DIVENTI ACETO.
FINIAMO DI SUONARE, SCONVOLTONI DALLE SCOGLIERE CASCANO COME SUICIDIO DALLA SCOGLIERA STILLE LEMMINGS OGNI ANNO, STRAFATTONI DELLA ZONA RAGGAE FANNO L’AMORE CON I LORO CANI, I PUSHER E I VETERINARI FANNO AFFARI D’ORO.
LA PROSSIMA PASQUETTA CI SARANNO TANTE CARROZZINE PIENE DI BIMBI CON LA TESTA DI CANE E CORPO D’UOMO O IL CONTRARIO, COME MINOTAURI O CENTAURI MODERNI.
SEMBRA UNA PUNTATA DEL NATIONAL GEOGRAPHIC, NEBBIE AL PROFUMO DI JAMAICA SALGONO AL CIELO MENTRE IL SOLE COLLASSA IN SPIAGGIA, COME IL FRINIRE DI GRILLI LO SMANDIBOLAMENTO DI PASTICCOMANI PRODUCE SUONI DI BRUXISMO CHE GLI RENDERANNO I DENTI PICCOLI COME QUELLI DI CARPE DI FIUME.
LA NATURA SCONVOLTONA ANCORA UNA VOLTA HA DATO SPETTACOLO, COME SEMPRE A CADENZA DELLE FESTE COMANDATE.

MENTRE FACCIAMO ZIG-ZAG TRA CORPI DI GENTE STRAMAZZATA AL SUOLO PER IL TROPPO DIVERTIMENTO, NOTIAMO CHE QUALCUNO TENTA DI APPROFITTARE DELLA SITUAZIONE ACCOPPIANDOSI CON DUNE DI SABBIA, ALBERI, RUOTE DI SCORTA E ENTITÀ ASTRATTE.

PUZZA DI PANNOLINI, PIEDI, RIPIENO DI DREAD, PANINO ALLA MELANZANA E ALITO DI PASTICCOMANE È IL PROFUMO DELL’ESTATE.
QUEST’ANNO IL PANTALONE PISCIATO SARÀ UN MUST, ORAMAI LA MODA È STATA LANCIATA, MA MAI PORTARLO CON LA FELPA SBRODOLATA O LA MAGLIETTA VOMITATA, SI RISCHIA DI FARE LA FIGURA DI QUELLO CHE CI TIENE TROPPO AL LOOK E ABBINA LE COSE.
BISOGNA ESSERE PIÙ CASUAL.

NOI, BEVENDO ACQUA DI FONTE COME SE FOSSE CHAMPAGNE, BRAMANDO LA POLTRONA E UNA PLAYSTATION SALVI E QUASI SANI DOPO LA DAMNATIO AD BESTIAS ET AD METALLA DELLA PASQUETTA RANDAGISSIMA DI IRON HARBOR
VI SALUTIAMO FACENDO GOAL DA CENTROCAMPO.

PER LA VISIONE DEI VIDEO, ANDATE SUL CANALE YOUTUBE DEI RODEO CLOWN: http://www.youtube.com/user/joerodeoclown
PER LE FOTO E LE MINCHIATE VARIE ANDATE SUL NOSTRO PROFILO FACEBOOK E CONSIGLIATELO A QUEGLI STRONZI DEI VOSTRI AMICI:
RODEO CLOWN FACEBOOK
PER IL RESTO CI SI VEDE IL 5 DI MAGGIO AL BEAT 61 DI HARBOR TOWERS!
RODEOCLOWN LIVE:
E POGGU SEMMU ANNI ‘90.
ANCHE A VOI SEMBRA CHE SIANO PASSATI SOLO CINQUE SEI ANNI DALLA MORTE DI KURT KOBAIN? SU TIVVÙ SORRISI E CANZONI ALBA PARIETTI HA ANCORA 41 ANNI E CESARE CREMONINI 21?
INDOSSATE ANCORA LE TUTE IN ACETATO DI COLORI IMPROBABILI CHE RISCHIANO DI PRENDERE FUOCO QUANDO CORRETE?
ANCHE NOI.
DOPO ESSER CADUTI DENTRO LITRI DI BIRRA RADIOATTIVA I RODEOCLOWN LENTI COME TARTARUGHE RISPETTO AI TEMPI CHE CORRONO ORA E CHE CORREVANO TEMPO FA SI TRASFORMANO IN NINJA MUTANTI ESPERTI DI DISCIPLINE ORIENTALI COME IL RISTORANTE CINESE, L’UKULELE E LA PIZZA FREDDA MANGIATA DAL FRY-GOH IN PY-HE-DIN.
I VOSTRI BALDI EROI CONTINUANO A PORTARE ZAINI INVICTA COME NEI TERRIBILI ANNI DELLE SUPERIORI E AD INDOSSARE LE STESSE CALZATURE CON IMMAGINABILI TRASFORMAZIONI E SUPERPOTERI DATI DA CALZINI DI SPUGNA DOTATI DI VITA PROPRIA.
LA LOTTA CONTRO IL MALE E LE MODE MUSICALI DEL MOMENTO AVVERRÀ STAVOLTA AL BEAT 61 A POSTHUDORRA.
VI ASPETTIAMO CON QUALCHE CIMELIO DEL PERIODO.
UNA MAGLIA DI JOVANOTTI, LE REEBOK PUMP, UN TAGLIO DI CAPELLI AFRO STILE PRINCIPE DI BEL-AIR.
OH YES!


Nelle diapositive : a) Se individuate il jolly potrete vincere una felpa sbrodolata
b) Da quando ho ricordi su questo pianeta la pasquetta si svolge sempre sotto questa bandiera
c) In sbrodolation we trust… dietro Gigio!
d) Steven Tyler aspetta la fatina dei denti o il topolino dopo una pasquetta randagia coi Rodeos
e) Rodeo Clown @ Porto Ferro, Pasquetta 2012
f) Il blu dei Rodeo Clown a pasquetta